Breve storia della radiotelefonia

Dai codici alla voce: le prime sperimentazioni di radiotelefonia

Microfono idraulico a elettrodo vibrante per radiotelefonia di Giuseppe Vanni. Officine Meccaniche Trasmissioni Militari, 1912, Roma

La radiotelefonia nasce all’inizio del ‘900 grazie alle ricerche degli scienziati americani Reginald Fessenden, Valdemar Poulsen e Lee De Forest, convinti dell’utilità di svincolare le radiocomunicazioni dall’uso del telegrafo e dalla complessità dei suoi codici. In Italia i protagonisti delle prime sperimentazioni di radiotelefonia sono Quirino Majorana (zio del famoso fisico nucleare Ettore) e Giuseppe Vanni. Per la prima volta, grazie alla radiotelefonia, gli operatori di due stazioni radio possono comunicare tra loro direttamente a voce.


Il prof. Majorana, direttore dell’Istituto Superiore Poste e Telegrafi di Roma, nel 1908 con il suo microfono idraulico riesce a collegare l’Istituto con la stazione radio di Monte Mario distante 5 km. Con alcune modifiche al microfono di Majorana, nel 1912 il prof. Giuseppe Vanni ottiene il record mondiale dell’epoca (1000 km), collegando la stazione radio militare di Centocelle (Roma) con Tripoli.

Il broadcasting radiofonico nasce in America nel 1920, è il primo vero sistema di comunicazione di massa della storia


Il broadcasting radiofonico

Nato in America nel 1920, è il primo vero sistema di comunicazione di massa della storia: i segnali della stazione trasmittente (musica e informazioni) vengono diffusi nei ricevitori del grande pubblico. Oggi in Italia le emittenti pubbliche (RAI) convivono con quelle private (network nazionali e radio locali). Dalla sua inaugurazione ufficiale nell’ottobre del 1924 e fino al 1975, la radiofonia italiana è stata caratterizzata dal monopolio pubblico. A metà degli anni Settanta il grande fenomeno delle “radio libere” o “radio pirata” ha trasformato radicalmente il panorama radiofonico del nostro paese.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio