header Approfondimenti

In volo sopra il mondo

Con quest’ala Angelo D’Arrigo sorvola per la prima volta l’Everest (8848m), il 24 maggio 2004.


Deltaplano ad Ala rigida Stratos | 2003

L’ala Stratos deriva dall’ala Atos, progettata dell'ingegnere tedesco Felix Rùhle e realizzata nel 1997. L’ala Atos vince i campionati del mondo del 1998 a Monte Cucco (PG) pilotata dal tedesco Christof Kratzner e del 2001 in Spagna pilotata dall'italiano Alex Ploner.

Un’ala Stratos, analoga a quella usa da D’Arrigo, vincerà i campionati del mondo del 2002 a Washington USA e del 2004 in Austria.
Questo deltaplano è dotato di una piattaforma unica in grado di fornire velocità verticale, velocità all'aria, quota-pressione, temperatura e tutte le informazioni di posizione e navigazione offerte dal GPS. Il piano di coda fisso, ha lo scopo di stabilizzare l'ala sull'asse di beccheggio.


Caratteristiche
Superficie velica m2 13.8
Larghezza ala 13.25 m
Lunghezza totale 3.10 m
Peso 34 kg
Telaio In carbonio, componentistica in Ergal (Alluminio-Zinco)
Velatura In Stormlite 2.1,( fibra di poliestere)
Angolo di deflessione flaps -5°/70°
in volo sopra il mondo un ricordo

IL MUSEO DA NON PERDERE


Vai al percorso

Avreste il coraggio di volare sul tetto del mondo a 8848 metri d’altezza con un leggero paio d’ali?

Guarda la gallery fotografica

gallery Fotografica
Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio