Il museo... che ricordi

Le parole più ricordate: costellazioni

Erano i nostri genitori a portarci spesso al Museo quando io e i miei fratelli eravamo piccoli. Anch'io ricordo la volta stellata con le costellazioni e in particolare la Mostra sulla Luna (1969) con il modello del LEM e le tute degli astronauti. Ci piacevano anche gli aerei, i treni e le navi.Mi ricordo di Cousteau, l'oceanografo e anche che andavamo al cinema al museo. C'erano sempre tante novità, tante cose da vedere e da leggere, persone che raccontavano la loro esperienza, il loro lavoro, e ancora adesso è uno dei luoghi dove sia io sia i miei fratelli torniamo volentieri appena possibile, con i nostri figli e nipotini.

il museo che ricorda Marisa

anni 52

ultima visita febbraio 2008

Da piccola il museo era meta fissa per me, e ricordo bene i dischi colorati della foto qui sopra, i treni, gli aerei, la piccola volta celeste con le costellazioni e la grande tabella periodica degli elementi ... ma l'esperienza più bella fu vedere la macchina di Tesla in funzione, generare quella grande scarica elettrica e tutto quel rumore. E' uno dei miei più bei ricordi.

il museo che ricorda Silvia Dell'Aere

anni 28

ultima visita 1994

Il mio papà mi ci portava spesso quando ero bambina e, da allora, non ho mai smesso di tornarci con una certa regolarità. Soprattutto ora che sono grande e che lui non c'è più provo frequentemente il desiderio di rivisitare quelle sale familiari, per rivevere dolci emozioni e ricordare momenti belli e felici...
Non dimenticherò mai con che meraviglia guardavo gli antichi e giganteschi treni nel padiglione ferroviario... E come mi divertivo, nella sezione ottica, a far girare le ruote colorarate e ad osservare gli effetti che ne scaturivano! (tra le cose non più visibili, è quella di cui sento di più la mancanza e non mi ha ancora abbandonato la speranza di rivederla comparire di nuovo, un giorno, magari in qualche in qualche angolo del museo...). Adoravo (e adoro tutt'ora) premere i pulsanti nella sezione della meccanica per vedere i modellini muversi e prendere vita! Mi ricordo ancora nitidamente, nel buio della cupola del planetario, il mio papà che mi spiegava le varie costellazioni mentre io le facevo illuminare schiacciando i vari pulsanti...
Eh sì, il museo negli ultimi anni è cambiato, si è modernizzato. Di sicuro i bambini di oggi, divertendosi, imparano un mucchio di cose in più, con i nuovi laboratori tematici... Ma per i bambini di allora resta sempre la nostalgia del "vecchio" museo, con la sua distesa di oggetti vecchi e un po' polverosi che, col loro odore di antico, contribuivano a creare la suggestione e il fascino di epoche passate, di un mondo dierso e lontano, come l'infanzia che ogni tanto è bello rivivere...

il museo che ricorda Silvia

anni 31

ultima visita 17/05/2008

Al Museo ci andavo, quando avevo sui 10 anni, tutte le domeniche mattina! Troppo bello!
Mi ricordo con emozione la macchina di Tesla, per generare le spettacolari scariche elettriche: per vederla in funzione per pochi secondi, era sempre un'emozione, bisognava aspettare che ci fosse un gruppetto di persone, oppure chiedere un favore ad un custode ... oppure la macchinetta per i raggi X. Ci mettevi la mano e te la vedevi, da dentro, mentre la muovevi!
E il laboratorio di ottica? con i suoi provini a "L" trasparenti che si coloravano, deformandoli, in luce polarizzata! O le ruote colorate da far girare? Bellissimo!
E poi il piccolo planetario con le costellazioni e il telescopio Merz (ho scoperto solo dopo molto tempo il valore storico che aveva - era quello usato da Schiapparelli per le osservazioni di Marte: tra l'altro fui il primo del pubblico a posare l'occhio sull'oculare quando, dopo il restauro, fu riposizionato a Brera ...)!
E ancora, la sezione Metallurgia, i treni, il Museo Navale ... vi ricordate quando c'era il cinema?
Quanti bei ricordi!
Ora, sicuramente, il Museo è molto migliorato e ha un rapporto più diretto con il pubblico - penso ai laboratori interattivi, ma i ricordi da bambino sono impagabili!

il museo che ricorda Alberto

anni 47

Ho dei bellissimi ricordi di mio papà che mi portava spesso al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano insieme a mio fratello . Erano gli anni '60 ed ero ancora piccola. Papà era uno studioso di fisica e matematica, ricordo il suo entusiasmo nelle spiegazioni nella sezione dedicata alle apparecchiature elettroniche un po' complicate per me, spiegazioni che mio fratello più grande di un anno, invece, sembrava comprendere ed apprezzare maggiormente. La cosa più affascinante per noi era forse il pendolo del moto terrestre, grande e intoccabile, eppure così a portata delle nostre "manine" che aspiravano a fermarlo , ancora adesso mi affascina instancabilmente. Il piccolo planetario, con le lucine delle costellazioni, era un'altra magia per noi bambini: ricordo che la prima volta ebbi paura e non volli entrarci perchè dentro la cupoletta c'era troppo buio, ma una volta capito che si trattava di un bel gioco fu una tappa obbligata fino a che fu tolta...La sezione dell'ottica era divertente perchè si poteva interagire, in particolare mi attraeva vedere che, schiacciando un pulsante, tutti i colori dell'arcobaleno, sovrapponendosi su un disco in corsa, formavano il colore bianco. Oggi ripercorro gli spazi al Museo con mia figlia e mio marito, rivivendo ogni volta alcuni tra i momenti più belli della mia infanzia.

il museo che ricorda Laura

anni 46

ultima visita agosto 2006

Mi ricordo che tanti (ma tanti!) anni fa esisteva, nella sezione dedicata all'astronomia, una meravigliosa cupola dove si poteva entrare e, grazie a una pulsantiera, accendere le costellazioni sulla volta celeste. Che spettacolo affascinante! Quando sono ritornato al museo, parecchi anni dopo, questa attrazione non esisteva piu'. Pero' la sezione era stata da poco riallestita e gli strumenti esposti - tra i quali ricordo particolarmente i globi e i telescopi - erano inseriti in un contesto molto suggestivo. Il gioco di luci e ombre, la leggera penombra della sala e il colore blu che richiamava il cielo rievocavano il fascino di questa meravigliosa scienza.

il museo che ricorda Luca

anni 44

ultima visita estate 2004

Le parole più ricordate

Queste sono le parole che usate più spesso nei vostri racconti. Questo è il museo che ci raccontate e che vive nei vostri ricordi.

  1. anni
  2. museo
  3. vedere
  4. treni
  5. sezione
  6. grande
  7. ricordo
  8. aerei
  9. sempre
  10. costellazioni

Visualizza tutti i messaggi

Aggiungi il tuo ricordo

 

La Mostra

Storie suggestive di oggetti unici, da tempo non esposti.

Visitare la mostra

Orari, prezzi, visite guidate e prenotazioni per gruppi.

Il museo... che ricordi

Tu che ricordi hai del Museo?

Musei personali

Raccontiamoci attraverso gli oggetti della nostra memoria personale.

Memorabile

Rinfrescati la memoria con gli oggetti del nostro passato.

Lascia il segno

Scopri la galleria di disegni realizzati dai bambini nell'Atelier delle Idee al Museo.

 

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio