Il museo... che ricordi

Le parole più ricordate: vedere

Erano i nostri genitori a portarci spesso al Museo quando io e i miei fratelli eravamo piccoli. Anch'io ricordo la volta stellata con le costellazioni e in particolare la Mostra sulla Luna (1969) con il modello del LEM e le tute degli astronauti. Ci piacevano anche gli aerei, i treni e le navi.Mi ricordo di Cousteau, l'oceanografo e anche che andavamo al cinema al museo. C'erano sempre tante novità, tante cose da vedere e da leggere, persone che raccontavano la loro esperienza, il loro lavoro, e ancora adesso è uno dei luoghi dove sia io sia i miei fratelli torniamo volentieri appena possibile, con i nostri figli e nipotini.

il museo che ricorda Marisa

anni 52

ultima visita febbraio 2008

Da piccola il museo era meta fissa per me, e ricordo bene i dischi colorati della foto qui sopra, i treni, gli aerei, la piccola volta celeste con le costellazioni e la grande tabella periodica degli elementi ... ma l'esperienza più bella fu vedere la macchina di Tesla in funzione, generare quella grande scarica elettrica e tutto quel rumore. E' uno dei miei più bei ricordi.

il museo che ricorda Silvia Dell'Aere

anni 28

ultima visita 1994

Il mio papà mi ci portava spesso quando ero bambina e, da allora, non ho mai smesso di tornarci con una certa regolarità. Soprattutto ora che sono grande e che lui non c'è più provo frequentemente il desiderio di rivisitare quelle sale familiari, per rivevere dolci emozioni e ricordare momenti belli e felici...
Non dimenticherò mai con che meraviglia guardavo gli antichi e giganteschi treni nel padiglione ferroviario... E come mi divertivo, nella sezione ottica, a far girare le ruote colorarate e ad osservare gli effetti che ne scaturivano! (tra le cose non più visibili, è quella di cui sento di più la mancanza e non mi ha ancora abbandonato la speranza di rivederla comparire di nuovo, un giorno, magari in qualche in qualche angolo del museo...). Adoravo (e adoro tutt'ora) premere i pulsanti nella sezione della meccanica per vedere i modellini muversi e prendere vita! Mi ricordo ancora nitidamente, nel buio della cupola del planetario, il mio papà che mi spiegava le varie costellazioni mentre io le facevo illuminare schiacciando i vari pulsanti...
Eh sì, il museo negli ultimi anni è cambiato, si è modernizzato. Di sicuro i bambini di oggi, divertendosi, imparano un mucchio di cose in più, con i nuovi laboratori tematici... Ma per i bambini di allora resta sempre la nostalgia del "vecchio" museo, con la sua distesa di oggetti vecchi e un po' polverosi che, col loro odore di antico, contribuivano a creare la suggestione e il fascino di epoche passate, di un mondo dierso e lontano, come l'infanzia che ogni tanto è bello rivivere...

il museo che ricorda Silvia

anni 31

ultima visita 17/05/2008

Avevo 12 o 13 anni l'ultima volta che sono entrato nel museo. Abitavo abbastanza vicino al museo, in Via Zenale ed era una delle mie mete preferite, quando andavo in Parrocchia, alla chiesa di San Vittore.....
In particolare ricordo la macchina per vedere le ossa, dove si infilava la mano e si vedevano le ossa di cui era composta...
Ci tornero', prima o poi, per verificare se le mie ossa sono ancora al loro posto....!

il museo che ricorda Pier Luigi

anni 57

ultima visita 1963

Dopo tanti anni da nonno sono tornato con il mio nipotino, con molte cose in più, certo, sono passati tantissimi anni e la tecnologia è avanzata, elettronica, aerei, e l'opera "faraonica" del Toti. E' bello però vedere delle cose ora al museo ma che erano in uso quando io ero un ragazzino.

il museo che ricorda Ennio

anni 65

ultima visita 28/08/07

Oggi ho visto il sottomarino E. Toti sono entrato e mi sembrava di comandare realmente il sottomarino con tutti quei pulsanti di cui anche non ci capivo niente.
Poi c'era la caletta di uscita di emergenza con la scala che portava fino a sopra il sommergibile.
Ho visto anche il periscopio da cui si vedevano cose come viste dall'alto.
Ho fatto il laboratorio dell'elettricità dove ho capito in che modo scorre l'elettricità nei fili fino ad arrivare alla lampadina.
Ho visto anche il padiglione dei treni dove ho anche potuto vedere la cabina dove si comandava il treno e uno strano aereo.
Navi, aerei e sommergibili è stato quasi un sogno.

il museo che ricorda andrea

anni 10

ultima visita 11/08/07

Ho dei bellissimi ricordi di mio papà che mi portava spesso al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano insieme a mio fratello . Erano gli anni '60 ed ero ancora piccola. Papà era uno studioso di fisica e matematica, ricordo il suo entusiasmo nelle spiegazioni nella sezione dedicata alle apparecchiature elettroniche un po' complicate per me, spiegazioni che mio fratello più grande di un anno, invece, sembrava comprendere ed apprezzare maggiormente. La cosa più affascinante per noi era forse il pendolo del moto terrestre, grande e intoccabile, eppure così a portata delle nostre "manine" che aspiravano a fermarlo , ancora adesso mi affascina instancabilmente. Il piccolo planetario, con le lucine delle costellazioni, era un'altra magia per noi bambini: ricordo che la prima volta ebbi paura e non volli entrarci perchè dentro la cupoletta c'era troppo buio, ma una volta capito che si trattava di un bel gioco fu una tappa obbligata fino a che fu tolta...La sezione dell'ottica era divertente perchè si poteva interagire, in particolare mi attraeva vedere che, schiacciando un pulsante, tutti i colori dell'arcobaleno, sovrapponendosi su un disco in corsa, formavano il colore bianco. Oggi ripercorro gli spazi al Museo con mia figlia e mio marito, rivivendo ogni volta alcuni tra i momenti più belli della mia infanzia.

il museo che ricorda Laura

anni 46

ultima visita agosto 2006

Venivo con il mio papà, fine anni Sessanta. Era sempre un giorno di festa, per me, anche se non era domenica. Ci stavamo delle ore, a guardare le macchine e i cimeli. Lui, che era ingegnere, cercava di spiegarmi i segreti della chimica. Io non capivo e un po' mi annoiavo. Quello che mi incantava erano le grandi navi e gli aerei. Poi sognavo quei grandi treni fermi alla stazione (allora, però, ci si poteva pure salire se non sbaglio). Erano giganti, bellissimi e ancora oggi, quando vengo qui con mio figlio, è la prima cosa che corro a vedere. Anche se mi sembrano un po' più piccoli di allora.

il museo che ricorda Sara

anni 43

ultima visita 24-07-07

Ho molti ricordi legati al Museo della Scienza.
Ricordo le innumerevoli visite per ammirare i treni, le navi, la sezione sulle telecomunicazioni...
E poi i bellissimi laboratori interattivi, quando venivo con la scuola.
E' un posto pieno di magia che mi fa piacere vedere quanto stia migliorando in questi ultimi anni; a partire dal sito web!

il museo che ricorda Riccardo

anni 28

ultima visita marzo 2007

Sono stata al museo per la 1a volta il 27 maggio del 2006. Mi ricordo bene la data perchè scattando solo foto digitali, le archivio poi per data sul pc. Mi sono recata con degli amici ed il loro bambino di 3 anni. Pensavo che si sarebbe annoiato ed invece è stata una sorpresa vedere come era interessato a tutto. Abbiamo visitato i modelli di Leonardo con una guida che ci ha illustrato tutte le varie fasi e che ci ha fatto toccare con mano alcune delle sue macchine da costruire. Il piccolo Christian è rimasto affascinato dall'ampio padiglione dei trasporti ferroviari ed una gentilissima hostess lo ha fatto perfino salire su una locomotiva. Quello che però ci ha letteralmente entusiasmato è stato il sottomarino Toti con tutta la sua imponenza. Mi spiace non averlo potuto visitare all'interno, per problemi di claustrofobia, ma gli amici che vi sono entrati hanno scattato delle belle inquadrature. Se non altro mi sono potuta rendere conto, anche se in minima parte, dell'incredibile avventura a cui sono andati incontro i sommergibilisti e di quanto sia stata fortunata io a non doverci vivere!

il museo che ricorda Bianca

anni 54

ultima visita 27 maggio 2006

La prima volta che sono andata al museo ero alle elementari. Mi ricordo che ci hanno portati a vedere i mezzi di trasporto. Ricordo una galleria con le pareti gialle e un'interminabile fila di auto e bici. ricordo anche stormi di bambini festanti che correvano e ridevano mentre visitavano una mostra relativa agli effetti ottici: come avrei voluto abbandonare il mio gruppo e unirmi a loro!

il museo che ricorda Alessandra

anni 25

ultima visita maggio 2006

Al Museo sono stato la prima volta con la scuola, facevo le elementari. Mi ricordo il padiglione della navi, i treni e la mitica Topolino. Una delle cose che più mi è rimasta impressa è l'enormità del Museo, quanto fosse grande, interminabile. Impressionante vedere quanto sia cambiato oggi, in meglio comunque.

il museo che ricorda Paolo

anni 32

ultima visita 3 mesi fa

Le parole più ricordate

Queste sono le parole che usate più spesso nei vostri racconti. Questo è il museo che ci raccontate e che vive nei vostri ricordi.

  1. anni
  2. museo
  3. vedere
  4. treni
  5. sezione
  6. grande
  7. ricordo
  8. aerei
  9. sempre
  10. costellazioni

Visualizza tutti i messaggi

Aggiungi il tuo ricordo

 

La Mostra

Storie suggestive di oggetti unici, da tempo non esposti.

Visitare la mostra

Orari, prezzi, visite guidate e prenotazioni per gruppi.

Il museo... che ricordi

Tu che ricordi hai del Museo?

Musei personali

Raccontiamoci attraverso gli oggetti della nostra memoria personale.

Memorabile

Rinfrescati la memoria con gli oggetti del nostro passato.

Lascia il segno

Scopri la galleria di disegni realizzati dai bambini nell'Atelier delle Idee al Museo.

 

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio