logo cimeli!
home esplora progetta allestisci mostre
Lettera d'incarico Cronologia Glossario
icona motore
  ESPLORA: Motore a scoppio > APPROFONDIMENTI : cronologia  
titolo motore a scoppio approfondimenti
TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE


Cronologia


1804 Richard Trevithick costruisce e fa funzionare la prima locomotiva a vapore: il primo viaggio è di circa 16 km, percorsi in 4 ore e 5 minuti con 70 persone a bordo delle vetture agganciate alla locomotiva.

1841 L’ingegnere milanese Luigi De Cristoforis descrive una macchina igneo-pneumatica a miscela d’aria e vapore di nafta che ha realmente funzionato; è stato il primo motore atmosferico a esplosione con combustibile liquido.

1843 Padre Eugenio Barsanti sperimenta in classe la pistola di Volta.

1851 John Lundström mette in vendita i primi fiammiferi moderni e sicuri, chiamati poi “svedesi”.

1852 Padre Eugenio Barsanti, professore di matematica e fisica, e l’ingegnere Felice Matteucci, esperto di meccanica e idraulica, uniscono le loro competenze per progettare un nuovo motore, in grado di sostituire il vapore, soprattutto per i mezzi di trasporto.

1853 Eugenio Barsanti deposita presso la segreteria dell’Accademia dei Georgofili di Firenze il rapporto in cui descrive i risultati dei suoi primi lavori per realizzare un motore a scoppio.

1854 Viene rilasciato il brevetto per il motore Barsanti Matteucci in Inghilterra.

1856 Viene realizzato il primo esemplare del motore dalle Fonderie Benini di Firenze.

1857 Elisha Otis presenta negli Stati Uniti il primo ascensore.

1857 Barsanti & Matteucci scambiano numerose lettere con l'ingegner Pessina, agente generale della Società di Navigazione Lariana di Como, per applicare all'invenzione del motore a scoppio sui piroscafi della Compagnia.

1858 Barsanti e Matteucci ottengono un brevetto francese per il motore.

1859 Lenoir presenta il suo primo motore a scoppio ad azione diretta.

1860 Barsanti e Matteucci fondano la Società anonima del nuovo motore Barsanti e Matteucci.

1861 Costituzione del Regno d’Italia e morte di Cavour.

Inizia negli Stati Uniti d’America la guerra di secessione.

1861 La Società anonima del nuovo motore Barsanti e Matteucci fa costruire dalle Officine Escher Wyss di Zurigo un motore di 12 HP che desta grande meraviglia.

1863 Entra in servizio a Londra la prima metropolitana del mondo. Il suo ideatore è l’ingegnere Charles Pearson. È un breve tratto di 6 chilometri e 400 metri e va a vapore.

1863 Viene dissuggellato per volere di Barsanti e Matteucci il rapporto custodito presso la segreteria dell’Accademia dei Georgofili.

La Società anonima del nuovo motore Barsanti e Matteucci fa costruire dalle Officine Bauer (poi Breda) di Milano un motore monocilindrico con stantuffo ausiliario, della potenza di 4 CV, ad azione diretta/indiretta.

Matteucci riceve la medaglia d'argento del Reale Istituto Lombardo di Scienze Lettere e Arti.

Viene vergato il Manoscritto Ximeniano che ripercorre tutte le fasi salienti delle esperienze condotte da Barsanti e Matteucci all’interno dell’Osservatorio sul motore a scoppio.

1864 Padre Eugenio Barsanti va in Belgio alla officine Seraing per concordare la produzione in serie dei suoi motori.

il 14 aprile Padre Barsanti muore di tifo.

1867 Otto e Langen presentano all’esposizione di Parigi il motore con il quale si è avviato il percorso che ha portato all’attuale motore a scoppio.

1887 Muore a Firenze Felice Matteucci.

1908 Esce la Ford “T”, la prima auto fabbricata in serie. La vettura, prodotta dalle officine Ford di Detroit, segna la nascita della catena di montaggio e la fine dell’era artigianale delle costruzioni automobilistiche.


TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE



HOME | ESPLORA | PROGETTA | ALLESTISCI | MOSTRE
UTILITÀ | CONTATTACI | CREDITI | HOME MUSEO
Copyright © 2004 - 2006 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" - Tutti i diritti riservati