Soggetto Produttore - Ente Palazzo della Civiltà del Lavoro | 1955 - 1964

Ente Palazzo Civiltà del Lavoro

Ente Palazzo Civiltà del Lavoro

Sede

Roma EUR


Tipologia

Ente


Cenni storico-istituzionali

Nel 1956 i Cavalieri del Lavoro, uniti in una Federazione Nazionale esistente già dal 1901, insieme ai Maestri del lavoro e ai Lavoratori Anziani di Azienda elaborarono una Carta istitutiva del Tempio del Lavoro e costituirono L'Ente Palazzo della Civiltà del Lavoro con sede nell'edificio dell'EUR a Roma. Nel 1957 le tre Associazioni promotrici perfezionarono e sottoscrissero i dieci punti programmatici delle Tavole del lavoro, il cui principio conduttore era la concordia sociale e politica, principio a cui nessuna nazione può sottrarsi nello svolgimento del suo reale e completo progresso (Primo Convegno Nazionale per la Civiltà del Lavoro, 1958, p. 5).
L'attività prende inizio nell'ottobre 1958 con il primo dei Convegni dedicato al tema Esigenze umane e progresso tecnologico nella società contemporanea .
Guido Ucelli faceva parte della Federazione: fu nominato Cavaliere del Lavoro il 9 febbraio 1931 per l'attività nel campo dell'industria metalmeccanica.


SEDE
Il Palazzo della Civiltà del Lavoro, conosciuto anche come Palazzo della Civiltà Italiana o "Colosseo quadrato", venne realizzato a partire dal 1938 nell'ambito del grande intervento urbanistico che portò all’edificazione del quartiere EUR. Nel 1940 il regime fascista volle una prima inaugurazione, anche se l’edificio doveva ancore essere completato. I lavori di edificazione si interruppero nel 1943, a causa della guerra, e ripresero soltanto nel 1951. A seguito di pubblico concorso, fu scelto il progetto degli architetti Giovanni Guerrini, Ernesto La Padula e Mario Romano che intesero così celebrare, ripetendolo per ben 216 volte nei quattro prospetti uguali, il motivo dell'arco assunto come rappresentativo della civiltà italiana e romana in particolare. L'edificio fu realizzato in cemento armato e interamente rivestito di travertino, materia prima di produzione italiana. Ai lati delle due scale sono collocati quattro gruppi scultorei di Publio Morbiducci raffiguranti i Dioscuri. Le 28 statue alloggiate sotto le arcate del primo ordine rappresentano arti e attività umane . In alto la scritta: Un popolo di poeti di artisti di eroi, di santi di pensatori di scienziati, di navigatori di trasmigratori .
Il Colosseo Quadrato è stato utilizzato come sfondo in molti film, tra cuiRoma città aperta di Rossellini, Otto e mezzo di Fellini, Il ventre dell'architetto di Peter Greenaway.
Il palazzo è stato completamente restaurato nel 2011 e sarà sede dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi (del MiBAC) e dell'Esposizione Permanente del Made in Italy e del Design Italiano, istituita dal Ministero dello Sviluppo economico e affidata alla Fondazione Valore Italia.


Bibliografia

Ente Palazzo della Civiltà del Lavoro, Primo Convegno Nazionale per la Civiltà del Lavoro. 16-18 ottobre 1958. Programma, Roma 1958

Ente Palazzo della Civiltà del Lavoro, Primo Convegno Nazionale per la Civiltà del Lavoro. 16-18 ottobre 1958. Sintesi delle relazioni presentate, Roma 1958

Giorgio Ciucci, Gli architetti e il fascismo, Einaudi 1989, pag. 189

I cavalieri del lavoro (1901-2001). Storia dell'Ordine e della Federazione, Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Roma 2001

http://www.060608.it/it/cultura-e-svago/beni-culturali/beni-architettonici-e-storici/palazzo-della-civilta-del-lavoro-o-colosseo-quadrato.html
(risorse internet verificate nel luglio 2013)

http://www.architetturaecosostenibile.it/architettura/in-italia/restauro-palazzo-civilta-lavoro-eur-200.html
(risorse internet verificate nel luglio 2013)


Riferimenti archivistici
- Archivio storico, Corrispondenza I serie
- Archivio storico, Corrispondenza II serie
- Archivio storico, Congressi Atti 1964



Redazione a cura di Flora Santorelli








Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio