Assegno di ricerca "Gianmario Beretta"

La Famiglia Beretta finanzia un progetto di ricerca del Museo in collaborazione con l'Università degli Studi Milano Bicocca intitolato alla memoria di Gianmario Beretta, imprenditore e innovatore italiano particolarmente sensibile al Museo e alle sue collezioni.
La ricerca riguarda principalmente la storia del Museo e del suo fondatore Guido Ucelli (1885-1964), sia nel contesto della comunità scientifica milanese tra Otto e Novecento, sia nei suoi rapporti nazionali e internazionali con istituzioni analoghe.


Si prende in considerazione sia la fase progettuale del Museo durante le due guerre mondiali sia quella dell’effettiva fondazione nel 1953. Un ruolo centrale è riservato non solo alla storia istituzionale, ma anche alla storia delle collezioni del Museo. Questi approfondimenti vanno ad arricchire il lavoro precedentemente svolto nell’ambito della cattedra di storia della scienza del Dipartimento sulla storia della comunità scientifica milanese tra Otto e Novecento, fornendo importanti contributi alla storia della scienza a Milano e consentendo al Museo di valorizzare e meglio conoscere la propria storia.


Il progetto mira in particolare ad approfondire il ruolo rivestito dal patrimonio scientifico e tecnologico nelle esposizioni nazionali e universali del XX secolo e l’impatto che queste esposizioni hanno avuto nella nascita di collezioni permanenti e musei. A questa storia, infatti, molti musei tecnico-scientifici ancora oggi esistenti in Europa e Stati Uniti, devono, se non la propria fondazione, almeno una crescita consistente delle proprie collezioni. Nello specifico, questo rapporto è fondamentale per ricostruire il dibattito intorno alla fondazione del Museo di Milano tra le due guerre mondiali ed è quindi al centro degli approfondimenti del progetto di ricerca.


Si studia il ruolo degli oggetti storico-scientifici nelle esposizioni e l’utilizzo del patrimonio scientifico come veicolo di identità nazionale negli anni tra le due guerre mondiali, per capire quando questi materiali hanno iniziato a perdere il proprio potere comunicativo e rappresentativo e se ancora oggi gli oggetti scientifici sono esposti nelle esposizioni nazionali e universali. Gran parte della ricerca viene condotta sulla base delle fonti archivistiche e librarie conservate in Museo, pressoché inedite, arricchite con lo studio dei nuclei di documentazione maggiormente significativi, conservati in Italia e all’estero.


Il progetto mira a diffondere i risultati della ricerca attraverso pubblicazioni nazionali e internazionali. Esso intende inoltre valorizzare la documentazione archivistica e libraria conservata presso il Museo in vista dello sviluppo di futuri progetti espositivi e di una coordinata valorizzazione del patrimonio del Museo a livello internazionale, nazionale e territoriale attraverso networking con il circuito cittadino e accademico.




indietro
Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio