Sestante -

Oggetti simili a Sestante

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
CostruttoreToizaki and Company
Periodoterzo quarto sec. XX
Anno1973
Numero inventario14657
CollocazioneDeposito
Altezza18 cm
Larghezza36 cm
Lunghezza33 cm
Peso-
Materialilegno, metallo, ottone, plastica, vetro

Descrizione

lo strumento si sviluppa su un telaio, munito di tre piedini, in metallo a forma di settore circolare avente apertura di 120°. Il telaio, oltre che da supporto, funge anche da guida ad un braccio metallico imperniato da un lato al vertice del telaio; sul lato opposto, il braccio, č equipaggiato con una pinza, detta serraggio, e un micrometro che comanda un carrello a cremagliera solidale con il braccio. Detta cremagliera coincide con l'estremitā curvilinea del supporto e si presenta come una guida graduata in ottone (detta anche "arco graduato"). L'estremitā del braccio mobile, al passaggio sulla guida, mostra, attraverso una finestrella sul lato superiore, l'angolo di inclinazione del braccio rispetto al lato destro del telaio; questo apparato appena descritto, posto all'estremitā del braccio mobile, si chiama nonio. Al di sotto del telaio č posta una impugnatura in legno; al di sopra dello stesso sono presenti uno specchio fisso semiriflettente (specchio dell'orizzonte), solidale con il telaio, e uno specchio mobile (specchio indice), rettangolare, solidale al braccio mobile. Si trovano, uno tra i due specchi ed un altro esternamente rispetto allo specchio semiriflettente, due filtri. Sul lato destro, opposto allo specchio semiriflettente, č posta una vite per il serraggio del puntatore o del cannocchiale.

Funzione

Lo strumento misura l'altezza degli astri sull'orizzonte o la distanza angolare fra due corpi celesti; in marina viene utilizzato per stabilire la posizione di una nave.

Modalitā d'uso

Scelto un punto di riferimento, ad esempio una stella, si sposta il nonio in modo da posizionare lo specchio mobile in direzione tale da inviare la luce della stella scelta allo specchio fisso che a sua volta la invia al cannocchiale. Contemporaneamente, lo specchio fisso, essendo semitrasparente, lascia passare anche un secondo raggio di luce, ad esempio proveniente dall'orizzonte, in modo che le due immagini, stella e orizzonte, si possano vedere contemporaneamente. Muovendo il braccio mobile mobile e quindi il corrispondente specchio, si fa combaciare la luce della stella con quella dell'altra sorgente (l'orizzonte nel nostro caso). Quando l'immagine della stella coincide con l'orizzonte, il nonio indica l'angolo corrispondente, cioč l'altezza in gradi dell'astro.

argomento categoria:Navigazione lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio