Tenda da campo piramidale - Tenda Rossa

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
InventoreFelice Trojani
CostruttoreEttore Moretti
Periodo sec. XX
Anno1928
Numero inventario1023
CollocazioneDeposito
Altezza250 cm
Larghezza275 cm
Profondità275 cm
Peso10 kg
Materialitaffetà di seta
Acquisizione Civico Museo Navale Didattico-Comune di Milano

Descrizione

La tenda è di tipo piramidale a pianta quadrata con bastone di legno al centro per sostenere il vertice. Ai bordi della base si levano le quattro pareti verticali per circa 90 cm sormontate da una piramide il cui vertice si trova a 2,5 m dal suolo. Per ogni angolo si trovano due funi per fissare la struttura nella neve, a mezzo di paletti di legno. Costituita da due strati sovrapposti e separati da un'intercapedine d'aria di circa 10 cm. Il tessuto esterno è di colore biancastro, mentre il tessuto interno è di colore azzurro pallido. La porta d'ingresso è di forma circolare, il cui diametro è di 1 m, si trova in una delle quattro pareti verticali a circa 20 cm da terra (parte dell'ingresso si trova sulla piramide). L'ingresso porta cucito lungo l'orlo una speciale manica di stoffa di forma cilindrica.

Funzione

Progetta per far riparare quattro persone dell'equipaggio eventualmente discese sul pack per misurazioni ambientali. Serrando la porta a manica si poteva chiudere ermeticamente la tenda. Il colore azzurro pallido del tessuto interno era pensato per dare riposo agli occhi dall'intesità della luce riverberata dalla neve.

Notizie storico-critiche

La Tenda Rossa è una tenda da campo in cui trovarono rifugio i sopravvissuti allo schianto sul pack del dirigibile Italia. Il dirigibile Italia parte da Milano (Baggio) il 15 aprile 1928 per giungere al campo base di Baia del Re il 6 maggio, da qui partirono i tre voli esplorativi sul Mar Glaciale Artico. Il programma di ricerche copriva geografia, geofisica, gravimetria, meteorologia, oceanografia, studio del magnetismo terrestre e della propagazione delle onde elettromagnetiche, inoltre vennero condotti studi sulle diatomee. La spedizione era stata studiata nei minimi dettagli dall'equipaggio del dirigibile, tanto che era prevista la possibilità di far scendere e permanere sul pack un piccolo gruppo di scienziati, per questa ragione furono imbarcate delle tende da campo appositamente progettate per questa spedizione artica. Dopo lo schianto sul pack avvenuto la mattina del 25 maggio, i sopravvissuti ritrovarono tra i rottami della aeronave uno dei sacchi in cui era stata riposta una tenda, dei viveri, un sacco a pelo, una pistola con munizioni, una pistola di segnalazione ed una cassetta di fiammiferi. Tra i materiali recuperati vi era anche la radio Ondina 33 che venne subito approntata da Biagi, anche se ci vollero giorni prima che l'SOS venisse intercettato dai soccorritori. Per rendere la tenda più visibile dall'alto, i superstiti utilizzarono alcune fiale di anilina di color rosso, salvate allo schianto, per disegnare delle linee sul suo tessuto esterno. Questa particolare colorazione sbiadì dopo pochi giorni sotto l'azione dell'aria e l'intensa luce solare, riportando il tessuto alla sua tinta biancastra originaria. Ciò nonostante rimase il leggendario nome "Tenda Rossa".

Riferimenti Bibliografici:

  • Nobile U. ''Ali sul polo. Storia della conquista aerea dell'Artide'' 1975 Milano
  • Nobile U. ''La preparazione e i risultati scientifici della spedizione polare dell'"Italia"'' 1938 Milano
  • Nobile U. ''L'"Italia" al polo nord'' 1930 Milano
  • Trojani F. ''La coda di Minosse. La verità sulla spedizione Nobile'' 2007 Milano
argomento categoria:Industria tessile e fibre lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio