Ricostruzione di motrice a vapore - macchina a vapore di G. Branca

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
InventoreBranca Giovanni
CostruttoreMuseo Nazionale della Scienza e della Tecnica "Leonardo da Vinci"
PeriodometÓ sec. XX
Anno1957
Numero inventario2339
CollocazioneDeposito
Altezza150 cm
Larghezza40 cm
Lunghezza120 cm
Peso-
Materialiargilla/ verniciatura, gesso, legno, rame

Descrizione

Questa riproduzione della macchina a vapore di G.Branca Ŕ collocata all'interno di un diorama ed Ŕ costituito da una parte termica, organi di trasmissione e un sistema di aste e pestelli. La parte termica Ŕ costituita da una caldaia in bronzo dalle fattezze umane. L'uomo tiene in bocca una cannuccia che permetteva di convogliare il getto di vapore uscente da un ugello posto sulla caldaia. In prossimitÓ dell'estremitÓ libera della cannuccia Ŕ posizionata una ruota a pale, con asse verticale. All'asse Ŕ fissato un sistema di ruote a pioli che trasferisce il moto ad un albero a camme cilindrico. A questo sono collegate due aste verticali, alla base delle quali sono collocati due pestelli liberi di muoversi all'interno di due mortai. Nel diorama Ŕ anche collocata la riproduzione di un uomo al tavolo da lavoro. E' inoltre presente un motorino che permette di azionare il modello e simulare il funzionamento della macchina.

Funzione

Questo modello dinamico rappresenta la macchina a vapore di G.Branca inventata per produrre energia meccanica per azionare i pestelli per la macinazione dei componenti della polvere da sparo.

ModalitÓ d'uso

Questa ricostruzione, funzionante con scopi didattici, Ŕ inserita in un diorama e simula il funzionamento della macchina progettata da Branca e mai realizzata: il modello Ŕ azionato da un motorino.

Notizie storico-critiche

Questa ricostruzione Ŕ tratta da un disegno di G.Branca dal libro "Le Machine". In questo libro del 1629 egli descrive 77 macchine per i pi¨ svariati usi e con diverse forze motrici tra cui acqua, forza muscolare, vento, aria calda della combustione. Quella riprodotta al Museo Ŕ l'unica che usa il vapore. L'uomo caldaia si trova raffigurato in molti testi dell'epoca, spesso denominato sufflator o soffiatore. Il sistema di ingranaggi non Ŕ un'invenzione di Branca ma Ŕ ripreso da studi medievali e rinascimentali per la costruzione di macchine che moltiplicassero l'effetto della forza dell'uomo per sollevare blocchi di pietra nella costruzione di cattedrali e per caricare e scaricare navi. La macchina, che non fu mai costruita, costituisce il principio di una turbina a vapore, nata solo molti secoli dopo. Per determinare la scla del modello (1:5) ci si Ŕ riferiti alle dimensioni dell'uomo rappresentato al tavolo da lavoro.

Riferimenti Bibliografici:

  • Museoscienza ''Museoscienza'' 1978 Milano
  • Branca G. ''Le Machine, con introduzione di G. Lenzi'' 1965 Milano
  • Motori Primi ''Motori Primi Metallurgia - Fonderia / nel Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci'' 1959 Milano
  • Forti U. ''Tecnica e Progresso Umano'' 1963 Milano
  • Storia Tecnologia ''Storia della Tecnologia'' 1965 Torino
argomento categoria:Macchine e dispositivi per la produzione di energia lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio