Modello di motrice a vapore - macchina di Watt

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
InventoreWatt James
Periodo sec. XX
Anno fine1953
Numero inventario2341
Collocazionepiano -1, Sala Fonti energetiche
Altezza35 cm
Larghezza25 cm
Lunghezza50 cm
Peso-
Materialiacciaio, cuoio, ferro/ battitura/ tornitura/ verniciatura, legno, ottone
Acquisizione Eredi, Olinto Maran

Descrizione

Questo modello in scala della macchina di Watt è costituito da una parte termica e organi di trasmissione. La parte termica è costituita da un cassetto di distribuzione (all'uscita della caldaia, non presente) e un regolatore centrifugo che regolano l'immissione del vapore in un cilindro con stantuffo. Questo è collegato, tramite un'asta rigida, ad un parallelogramma, parte di un bilancere oscillante. L'altra estremità del bilancere è collegata, mediante un'asta rigida, ad un sistema biella-manovella che mette in rotazione un volano. Il volano è montato coassialmente su di un albero motore che ospita anche una puleggia. E' inoltre presente un motorino che permette di azionare il modello e simulare il funzionamento della macchina.

Funzione

Questo modello dinamico rappresenta la macchina di Watt che era utilizzata per pompare l'acqua e come forza motrice per l'industria.

Modalità d'uso

Questo modello, funzionante con scopi didattici, è inserito in un diorama e simula il funzionamento della macchina di Watt: il modello è azionato da un motorino.

Notizie storico-critiche

Watt iniziò a studiare le macchine a vapore nel 1763 quando gli fu affidata la riparazione di un modello di macchina a vapore ad effetto semplice di Newcomen e Cawley. Watt si rese conto che la macchina aveva un rendimento molto basso dovuto al continuo raffreddamento del cilindro. Apportò a questa macchina molte modifiche, tra cui l'introduzione del condensatore e della camicia di vapore attorno al cilindro (1769). Dopo numerose modifiche, intorno al 1800, arrivò alla versione definitiva. In questo modello di macchina utilizzata per pompaggio dell'acqua e come forza motrice per l'industria, sono presenti tutte le innovazioni introdotte da Watt. Per determinare la scala del modello (1:15), ci si è riferiti alla macchina costruita da Wilson a Charenton, citato nel testo di Cavallero A. "Atlante di macchine a vapore e ferrovie, con legenda". (vedere bibliografia)

Riferimenti Bibliografici:

  • Motori Primi ''Motori Primi Metallurgia - Fonderia / nel Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci'' 1959 Milano
  • Forti U. ''Tecnica e Progresso Umano'' 1963 Milano
  • Storia Tecnologia ''Storia della Tecnologia'' 1965 Torino
  • Cavallero A. ''Atlante di macchine a vapore e ferrovie, con legenda'' 1870 Torino
argomento categoria:Macchine e dispositivi per la produzione di energia lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio