Motrice a vapore verticale a doppia espansione -

Oggetti simili a Motrice a vapore

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
Periodoultimo quarto sec. XIX
Numero inventario2364
CollocazioneDeposito
Altezza90 cm
Larghezza58 cm
Lunghezza70 cm
Peso-
Materialiacciaio/ fusione/ verniciatura, bronzo, ghisa, ottone
Acquisizione Museo Navale di La Spezia

Descrizione

Questa motrice è costituita da due cilindri verticali di sezione differente collegati tra loro e sorretti da una struttura in metallo. Ciascun cilindro presenta fori di collegamento ai raccordi del vapore proveniente da una caldaia. Dai cilindri fuoriescono due aste dei rispettivi stantuffi presenti all'interno. Ciascuna di queste aste è collegata ad una biella e tramite due manovelle, queste sono collegate ad un albero motore posto nella parte bassa della motrice. Le due manovelle sono a gomito a 90° tra loro. All'albero motore è fissato anche un piccolo volano. Alla base della motrice sono inserite delle pompe per la lubrificazione dei dispositivi. Vicino ai cilindri è presente una leva per invertire il moto, collegata mediante aste all'albero motore.

Funzione

Motrice per propulsione di piccole imbarcazioni

Modalità d'uso

Il vapore entra nel cilindro ad alta pressione, si espande e spinge lo stantuffo. Tramite il sistema biella-manovella, l'albero motore è messo in rotazione. Il vapore passa nel secondo cilindro, a bassa pressione, il quale a sua volta mette in moto un sistema biella-manovella collegato all'albero motore. Un volantino regolarizza il moto. L'albero motore è collegato al sistema di propulsione dell'imbarcazione. Agendo sulla leva per invertire il moto, che comanda le aste di inversione, si può invertire il movimento delle bielle e quindi il verso di rotazione dell'albero motore.

Notizie storico-critiche

Nelle motrici marine, per ottenere buoni rapporti di espansione, bisognava avere grandi rapporti tra cilindri di alta e bassa pressione. Quindi, generalmente, si doveva ricorrere alle espansioni multiple: doppia, tripla, ecc. Ciò si accordava anche con il bisogno di avere più manovelle per assicurare l'avviamento istantaneo della macchina in qualunque posizione e in qualunque verso.

Riferimenti Bibliografici:

  • Motori Primi ''Motori Primi Metallurgia - Fonderia / nel Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci'' 1959 Milano
  • Haeder H./ Webber E. ''Macchine a vapore Turbine a vapore'' 1911 Milano
  • Dizionario Ingegneria ''Dizionario di Ingegneria'' 1974 Torino
argomento categoria:Macchine e dispositivi per la produzione di energia lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio