Microfono a carbone Delville -

Oggetti simili a Microfono

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
InventoreDelville
Periodofine/ inizio secc. XIX/ XX
Anni1895 - 1905
Numero inventario8282
CollocazioneDeposito
Lunghezza9 cm
Diametro7 cm
Peso-
Materialicarbone, carta, metallo
Acquisizione Comm. Franzi - Ing. Soresini

Descrizione

E' costituito da un'imboccatura montata su una capsula circolare, entrambe metalliche. All'interno della capsula è presente una membrana metallica, protetta da una rete, anch'essa metallica, posta nel punto di unione tra imboccatura e custodia. La membrana poggia da una parte sul bordo dell'imboccatura, inframezzate da un anello di carta, e al centro contro un blocco cilindrico di carbone nel quale è praticata una cavità cilindrica riempita con granuli di carbone. Il blocco di carbone è fissato alla custodia con una vite. Blocco e vite sono isolati dalla custodia. La vite è fissata con un dado e un controdado e la sua punta sporge dal fondo della custodia.

Funzione

Questo microfono era parte dei primi apparecchi telefonici industriali e permetteva la trasmissione della voce.

Modalità d'uso

Per funzionare doveva essere alimentato con una batteria a tensione costante collegata ai due elettrodi. Parlando davanti alla membrana, questa vibrava producendo delle variazioni di pressione tra i due contatti di carbone che vibrando si allontanavano e si avvicinavano reciprocamente variando la pressione e quindi la resistenza del contatto. Questa variazione della resistenza faceva variare in maniera corrispondente, l'intensità della corrente nel circuito. Le correnti così prodotte venivano inviate al ricevitore dell'apparecchio telefonico con cui si stava effettuando la conversazione, per essere ritrasformate in suoni corrispondenti.

Notizie storico-critiche

L'invenzione del microfono a granuli di carbone ha rappresentato la vera grande svolta nella storia del telefono. La potenza elettrica che esso emette è molto superiore a quella acustica della voce. Il miglioramento della trasmissione risulta ancora più grande se si pensa che nel trasmettitore Bell avviene esattamente il contrario, cioè il segnale elettrico risulta molto attenuato rispetto alla potenza della voce. Questo microfono a carbone tipo Delville era il tipico microfono utilizzato sugli apparecchi francesi.

Riferimenti Bibliografici:

  • Telecomunicazioni voce ''Telecomunicazioni/la voce / Mostra storica'' 1988 Milano
  • Annigoni R./ Ferreri P./ Motta G. ''Il telefono'' 1920 Milano
argomento categoria:Telecomunicazioni via cavo lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio