Personal computer con interfaccia grafica, mini-portatile - Olivetti Quaderno PT-XT-20

Oggetti simili a Personal computer

Categoria principale Informatica
InventoreBellini Mario, Carena Ugo, Shvadron Hagai
CostruttoreOlivetti
Periodo sec. XX
Anni1992 - 1993
Numero inventario15813
CollocazioneDeposito
Altezza3,5 cm
Larghezza21 cm
Lunghezza15,5 cm
Peso-
Materialimateriale plastico, metallo
Acquisizione Parmigiani, Claudio

Descrizione

Apparecchio portatile di forma parallelepipeda e dimensioni formato A5, costituito da due parti in plastica grigio scuro opaca incernierate tra loro con decorazione geometrica in rilievo. Quando è chiuso, superiormente, sul fondo, è visibile un piccolo display di servizio a cristalli liquidi che mostra ora, contatempo per la registrazione e altri indicatori di stato. Sulla parte superiore sono presenti sei tasti per l'uso del registratore audio: andare indietro, pausa, stop, registrazione, avvio, andare avanti. All'interno sono presenti un registratore audio digitale con microfono piezoelettrico integrato (nell'angolo destro anteriore) e un altoparlante, utilizzabili per dettare documenti (con apposito software integrato). Agendo su un dispositivo di sblocco posto frontalmente, il computer si apre. Nella parte superiore è inserito uno schermo LCD a riflessione (non illuminato) da 7.5", in quella inferiore una tastiera alfanumerica (QWERTY) a 94 tasti compresi 10 tasti funzione, 4 tasti cursore, il tastierino numerico separato (16 tasti) e altri tasti per comandi specifici. Al centro, sopra la tastiera, si ha il tasto di accensione. All'interno, sulla scheda madre, sono inseriti, tra i vari componenti, il processore NEC V30HL, con 1MB di RAM 512 KB di ROM. Si ha inoltre un disco rigido da 20MB. Sul lato sinistro si ha la fessura e tasto di espulsione della memory card. Sul lato destro si hanno uno sportello che protegge una porta seriale RS232 e una parallela (anche per floppy drive esterno da 3,5" e 1,44MB)e un tasto di reset, un connettore per microfono esterno, uno per le cuffie, una rotella per la regolazione del volume, un interruttore per l'inserimento del registratore, una griglia a protezione dell'altoparlante interno. Sotto si ha un vano per l'inserimento di sei pile stilo AA da 1,5V alcaline oppure una batteria NiCad Caratteristiche tecniche computer: Processore: CPU: NEC V30HL a 16 bit Velocità CPU: 16 MHz RAM: 1MB ROM: 512Kb Disco rigido: 20MB Video: Risoluzione massima: 80x25 (colonne x righe) in modo testo, 640 x 400 punti in modalità CGA. Sistema operativo di serie: MS-ROM DOS 5.0 caricato su ROM Altro software di serie: Notepad, Calcolatrice, Rubrica, Agenda, Calendario, Trasferimento file, Gestione messaggi registrati, File Manager (caricati su disco rigido)

Funzione

Computer da viaggio, rivolto soprattutto a utenti professionali spesso in viaggio con esigenze di produttività personale continua e di comunicazione, oltre che di "voice annotation". Utile con impiego congiunto di modem e telefono cellulare per connettersi con un sistema informativo centrale. Utile quindi ad esempio per giornalisti, manager, venditori, tecnici di assistenza, ecc. A questo proposito molto utili sono i software installati di serie nel computer: Notepad, Calcolatrice, Rubrica, Agenda, Calendario, file transfer software, Voice mgr, File Manager. Era inoltre compatibile con molti software DOS, ad esempio il Lotus 1-2-3. Erano inoltre disponibili un floppy disk drive esterno da 3,5" e una PCMCIA slot per ROM, SRAM, Flash Card. Oltre alla batteria ricaricabile di serie, poteva essere utilizzato con 6 batterie AA alcaline qualsiasi. Questocomputer poteva inoltre essere utilizzato come registratore digitale: un'ora occupa 10MB. La funzione audio era però alternativa alle altre (non si poteva ascoltare e scrivere un testo contemporaneamente).

Notizie storico-critiche

Dopo i primi notebook computer, prodotti a partire dal 1989 col Compaq LTE, nel 1991 la Apple immise sul mercato il primo subnotebook PowerBook 100. Nel 1992 la Olivetti immise sul mercato il suo primo subnotebook: il Quaderno, con dimensioni e peso ridotti risetto ai notebook. Negli anni '30 con la gestione di Adriano Olivetti, il design e la comunicazione divengono elementi espliciti nella gestione della società. Successivamente, con l'evento dell'elettronica il lavoro del designer cambia e, in particolare si ha maggior libertà nella composizione delle parti degli oggetti. Il designer quindi deve trovare soluzioni ergonomiche e forme che soddisfino le esigenze del cliente. Negli anni '80 il design diventa mezzo di distinzione e garanzia dell'eccellenza del prodotto. In quegli anni le novità sul mercato, per Olivetti, sono i personal computer e a questi si rivolge l'attenzione. Nel campo dei notebook Olivetti presta particolare attenzione all'ergonomia dei prodotti ed è in questa ottica che nasce il subnotebook in formato A5 denominato Quaderno, nel 1992, a cura di Mario Bellini e Hagai Shvadron. Veniva costruito dalla Pegasus, azienda giapponese controllata da Olivetti. Il Quaderno si presentava come uno status symbol, col suo aspetto sì tecnologico ma anche raffinato. Dimostrazione ne era anche il suo prezzo di vendita: Lire 1.390.000 + iva.

Riferimenti Bibliografici:

  • Williams M. R. ''Dall'abaco al calcolatore elettronico. L'emozionante avventura del computer'' 1999 Padova
  • Ciardelli P. ''MC microcomputer'' 1992 Roma
  • Cammarata M. ''MC microcomputer'' 1992 Roma
argomento categoria:Industria elettronica ed elettrotecnica lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio