Abaco - Soroban

Categoria principale Matematica
Ambito culturalemanifattura giapponese
Periodo secc. XIX/ XX
Anni1850 - 1940
Numero inventario1415
CollocazioneDeposito
Altezza1,2 cm
Larghezza9,3 cm
Lunghezza4,7 cm
Peso-
Materialiavorio, legno
Acquisizione Mauro, Edi

Descrizione

Abaco giapponese in legno costitutio da una base nella quale sono inserite nove colonne; ogni colonna contiene sei palline, separate da una parete divisoria in modo tale che una pallina rimanga isolata nella parte alta dell'abaco. Una lamina di avorio con iscrizioni ideografiche in corrispondenza di ogni colonna Ŕ posta al di sopra del divisorio.

Funzione

Esecuzione di calcoli e operazioni matematiche

ModalitÓ d'uso

Il valore delle palline dalla posizione in cui si trovano nell'abaco. Ogni colonna rappresenta un ordine decimale; all'interno di una colonna, ogni pallina acquista valore quando si trova accostata al divisorio: le palline al di sotto del divisorio valgono un'unitÓ, mentre la pallina al di sopra vale cinque unitÓ.

Notizie storico-critiche

L'abaco viene considerato come uno dei pi¨ antichi strumenti di calcolo, giÓ presente presso i Caldei e, pi¨ tardi, presso i Greci e i Romani. L'utilizzo dell'abaco ha continuato ad essere diffuso in Europa fino a dopo il Medio Evo. L'utilizzo di strumenti simili sono inoltre Ŕ esteso tra aree culturali molto differenti, dall'India, alla Cina, al Giappone. Nei Paesi dell'Estremo Oriente l'abaco ha continuato ad essere usato fino a tempi relativamente recenti. L'abaco, chiamato Soroban, Ŕ stato introdotto in Giappone dalla Cina nel XVII sec ed ha continuato ad essere utilizzato fino al XX secolo. E' possibile datare la produzione dell'esemplare posseduto dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" all'incirca tra il 1850 e il 1940. Fino al 1850 infatti circa gli abachi giapponesi presentavano sette palline per ogni colonna, con due palline al di sopra del divisorio, come negli abachi cinesi; successivamente il numero delle palline al di sopra del divisorio Ŕ stato ridotto ad una. Alla fine degli anni '30 del 1900 il numero delle palline Ŕ stato ulteriormente diminuito a cinque, con l'eliminazione di una pallina anche al di sotto del divisorio.

argomento categoria:Calcolo lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio