Bicicletta militare - Bersagliera

Oggetti simili a Bicicletta

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
CostruttoreBianchi
Periodo sec. XIX
Anno1915
Numero inventario2963
CollocazioneDeposito
Altezza97 cm
Larghezza47 cm
Lunghezza161 cm
Peso-
Materialigomma, metallo, pelle
Acquisizione Bianchi

Descrizione

Bicicletta militare con telaio tubolare a trapezio in metallo; il telaio inoltre è pieghevole mediante due cerniere poste sul tubo orizzontale e sul tubo obliquo. La bicicletta è provvista di molleggi sul telaio e sulla forcella: la forcella è molleggiata per mezzo di leve oscillanti e molle cilindriche, mentre il telaio presenta un molleggio con foglio di balestra e molla cilindrica in corrispondenza del nodo di sella. Il freno ad archetto agisce sulla ruota anteriore edè comandato a bacchetta dalla leva presente nella parte sinistra del manubrio. La bicicletta monta una sella in pella molleggiata. Il funzionamento si basa su una trasmissione a catena sulla ruota posteriore, con un pignone a scatto fisso; i pedali non sono registrabili. La bicicletta appoggia su due ruote di uguale dimensione, provviste di 32 raggi tangenti e battistrada in gomma piena. L'originale verniciatura girgio-verde del telaio è stata coperta con vernice di colore nero e una fascia rossa sul tubo piantone e sul tubo di sterzo.

Notizie storico-critiche

Fin dal suo apparire, la bicicletta ha richimato l'interesse dell'industria militare, in particolare a scopi ausiliari e di trasporto leggero. Già nel 1866, l'esercito italiano, tra i primi al mondo, adottò quattro veicoli per ogni reggimento di fanteria, destinati ai portaordini e agli esploratori. Con lo scoppio del primo conflitto mondiale, la Bianchi si assicurò varie commesse di fornitura militare tra le quali vi era la realizzazione di una bicicletta militare in dotazione ai battaglioni dei bersaglieri. Questa bicicletta, con telaio e forcella elastici, era allestita in tre diverse versioni: con portafucile, portamitragliatrice e porta cavalletto per mortai. Il telaio pieghevole favoriva il trasporto a spalla.

Riferimenti Bibliografici:

  • Gentile A. ''Edoardo Bianchi'' 1992 Milano
  • Andric D./ Bozzini G./ Ormezzano G.P. ''Storia della bicicletta / Dalle origini alla mountain bike'' 1991 Milano
argomento categoria:Industria automobilistica lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio