Motore aeronautico - Isotta Fraschini V 4B

Oggetti simili a Motore

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
CostruttoreIsotta Fraschini
Periodo sec. XX
Anno1915
Numero inventario2323
Collocazionelivello +1, sezione aeronautica, area motori
Altezza99,4 cm
Larghezza51 cm
Lunghezza151,2 cm
Peso265 kg
Materialimetallo
Acquisizione Isotta Fraschini

Descrizione

Motore a 6 cilindri in linea, raffreddato ad acqua. I cilindri, in acciaio con testata monoblocco in alluminio, sono dotati di due valvole, comandate mediante albero a camme in testa. Il sistema di alimentazione conta su due carburatori Zenith posti sul fianco sinistro del motore, da ognuno dei quali parte un condotto per il collegamento a tre cilindri. L'uscita dei gas di scarico è sistemata sul fianco destro del motore. Il fondo del carter costituisce la coppa dell'olio.

Notizie storico-critiche

Nel corso della Prima Guerra mondiale si affermò la costruzione di motori a 6 cilindri in linea che consentivano, rispetto ai motori a 4 cilindri, di contenere le vibrazioni e, rispetto ai motori con cilindri disposti a V, garantivano maggiori semplicità realizzativa e affidabilità. L'Isotta Fraschini, che già dal 1909 aveva realizzato un primo motore per l'aviazione, nel 1915 sviluppò su richiesta della Marina Italiana una serie di motori con potenza superiore ai 150 cavalli. In questo modo nacque il modello V4, un motore in linea con la produzione motoristica del periodo. Questo modello venne costruito in migliaia di esemplari e, su licenza, anche dalla Bianchi e dalla Tosi. Questo propulsore venne adottato per muovere gli aerei Caproni Ca.33, Macchi M.5 e sugli idrovolanti SIAI S.8 e Idro F.B.A.

Riferimenti Bibliografici:

  • Filippi F. ''Dall'elica al getto / Breve storia dei propulsori aeronautici'' 1983 Torino
  • Ludovico D. ''L'aeroplano cosa è / Soluzione ed evoluzione del problema del volo'' 1951 Roma
argomento categoria:Industria aeronautica lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio