Motore aeronautico - Isotta Fraschini Asso 500

Oggetti simili a Motore

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
InventoreCattaneo Giustino
CostruttoreIsotta Fraschini
Periodo sec. XX
Anno1925
Numero inventario7552
Collocazionelivello +1, sezione aeronautica, area motori
Altezza94,5 cm
Larghezza81 cm
Lunghezza186,4 cm
Peso425 kg
Materialimetallo
Acquisizione Politecnico di Milano

Descrizione

Motore a 12 cilindri in linea disposti a V di 60░ d'ampiezza, raffreddato ad acqua. I cilindri sono in acciaio con una testata monoblocco in alluminio per ogni fila di cilindri; la testata prevede il passaggio della camicia dell'acqua sul cielo dei cilindri, in corrispondenza della sede delle valvole. La distribuzione Ŕ basata su quattro valvole per cilindro, comandate da un albero a camme. Il motore dispone di quattro carburatori Zenith, due per lato. Dei tubi sezionati sono posti in corrispondenza dell'uscita dei gas di scarico. L'accensione Ŕ ottenuta mediante due magneti posti nella parte posteriore del motore; i cavi elettrici sono sistemati nella parte interna della V dei cilindri.

Notizie storico-critiche

Al termine della Prima Guerra mondiale l'esigenza di motori con potenze sempre maggiori si fece pressante. Vista l'impossibilitÓ tecnica, per il periodo, di sviluppare ulteriormente i motori rotativi e i motori a 6 cilindri in linea e constatati i problemi di affidabilitÓ dei motori a 8 cilindri in linea, l'aumento della potenza fu risolto con l'aumento del numero dei cilindri disposti a V. Questa soluzione permise un deciso aumento della potenza, grazie ad una diminuzione del peso specifico: dato che nei motori in linea la maggior parte del peso era costituita dal basamento e dall'albero a gomiti, raddoppiando il numero il dei cilindri collegati allo stesso albero e alllo stesso basamento era possibile fornire potenze superiori ai 500 cavalli. Il motore Asso 500 fu il primo motore a 12 cilindri progettato dall'ingegnere Giustino Cattaneo e avvi˛ una fortunata famiglia di motori derivati. Prodotto in grandi numeri, fu montato su vari modelli di aeroplani e idrovolanti: Caproni Ca.73 ter, Breda A.7 e C.C.20, Macchi M.24 bis, Cant 13 e 21, Savoia-Marchetti S.55 e S.59 bis.

Riferimenti Bibliografici:

  • Filippi F. ''Dall'elica al getto / Breve storia dei propulsori aeronautici'' 1983 Torino
  • Ludovico D. ''L'aeroplano cosa Ŕ / Soluzione ed evoluzione del problema del volo'' 1951 Roma
argomento categoria:Industria aeronautica lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio