Motore aeronautico - Alfa Romeo RA 1000 RC.41-I Monsone

Oggetti simili a Motore

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
InventoreDaimler-Benz AG
CostruttoreAlfa Romeo
Periodo sec. XX
Anno1943
Numero inventario8147
Collocazionelivello +1, sezione aeronautica, area motori
Altezza105 cm
Larghezza72 cm
Lunghezza200 cm
Peso670 kg
Materialimetallo
Acquisizione Istituto Statale Ettore Conti

Descrizione

Motore a 12 cilindri disposti a V invertita di 60° d'ampiezza, raffreddato a liquido. I cilindri sono costituiti da una canna in acciaio inserita in un monoblocco portante in alluminio. Il sistema di distribuzione si basa su quattro valvole, regolate da bilancieri azionati da un albero a camme. L'alimentazione dei cilindri avviene mediante un sistema ad iniezione diretta e comprende, inoltre, un compressore centrifugo monostadio a due velocità, con carburatore a monte. Ogni cilindro conta due candele di accensione, alimentate da due magneti posti nella parte posteriore del motore. Un riduttore ad ingranaggi cilindrici è posto tra l'albero a gomito e l'albero dell'elica.

Notizie storico-critiche

Nel corso degli anni '30 il continuo perfezionamento delle conoscenze aeronautiche e tecniche contribuì in modo sensibile all'evoluzione dell'aviazione. Il grande progresso nello sviluppo dei carburanti permise una più alta sovralimentazione e, di conseguenza, una maggiore potenza dei motori; nello stesso tempo, l'adozione sempre più diffusa dei compressori garantì il raggiungimento di prestazioni sempre più elevate. In questo periodo in Germania vennero sviluppate varie famiglie di propulsori a 12 cilindri a V capovolta, di grande affidabilità; la disposizione a V capovolta venne preferita perchè migliorava la visibilità per il pilota, allontando inoltre i condotti dei gas di scarico dall'abitacolo. Nel 1937 la Daimler Benz iniziò la produzione della famiglia di motori DB 601, dotati di iniezione diretta e sistema di autoregolazione della pressione di alimentazione in base alla quota. Questi propulsori vennero realizzati in un gran numero di versioni, prodotti su licenza in tutti i paesi dell'Asse. In Italia questi motori furono costruiti dall'Alfa Romeo con il nome di RA 1000.

Riferimenti Bibliografici:

  • Filippi F. ''Dall'elica al getto / Breve storia dei propulsori aeronautici'' 1983 Torino
  • Ludovico D. ''L'aeroplano cosa è / Soluzione ed evoluzione del problema del volo'' 1951 Roma
argomento categoria:Industria aeronautica lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio