Motore aeronautico - Isotta Fraschini Delta RC.35

Oggetti simili a Motore

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
CostruttoreIsotta Fraschini
Periodo sec. XX
Anno1939
Numero inventario7549
Collocazionelivello +1, sezione aeronautica, area motori
Altezza100 cm
Larghezza84 cm
Lunghezza200 cm
Peso547 kg
Materialimetallo
Acquisizione Isotta Fraschini

Descrizione

Motore a 12 cilindri disposti a V invertita a 60° di ampiezza, raffreddato ad aria. La superficie esterna dei cilindri presenta un'ampia alettatura per garantire il raffreddamento. Il sistema di distribuzione si basa su due valvole per cilindro, azionate ognuna da un albero a camme in testa. Il sistema di alimentazione conta quanttro carburatori soffiati ed un compressore centrifugo monostadio ad una velocità. Nella parte interna della V sono situate le flange per il collegamento dei condotti di scarico dei gas combusti. Ogni cilindro dispone di due candele di accensione, alimentate da due magneti posti sul retro del motore. Il motore è dotato di riduttore epicicloidale ad ingranaggi cilindrici, posizionato tra l'albero a gomito e l'albero dell'elica.

Notizie storico-critiche

Nel corso degli anni '30 varie case costruttrici tentarono di sviluppare alcuni motori di media potenza con cilindri allineati raffreddati ad aria; con questa soluzione si intendeva evitare l'eccessivo ingombro frontale dei motori a stella e, nello stesso tempo, contenere il peso eliminando il sistema di circolazione del liquido. Nessuno di questo motori, tuttavia, riuscì efficaciamente a risolvere il problema di surriscaldamento degli ultimi cilindri della linea e la loro diffusione rimase piuttosto limitata. Già agli inizi degli anni '40, questa tipologia di motori venne riservata all'ambito dei propulsori di piccola potenza, dove si affermò con grande successo. Nonostante le difficoltà progettuali, l'Isotta Fraschini scelse comunque di proseguire su questa strada, sviluppando nel 1938 il motore Delta da 700 cavalli, adoperato per equipaggiare vari prototipi e alcuni modelli di aerei da ricognizione o bombardieri leggeri com il Caproni Ca.313.

Riferimenti Bibliografici:

  • Filippi F. ''Dall'elica al getto / Breve storia dei propulsori aeronautici'' 1983 Torino
  • Ludovico D. ''L'aeroplano cosa è / Soluzione ed evoluzione del problema del volo'' 1951 Roma
argomento categoria:Industria aeronautica lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio