Locomotiva a vapore - Gr. 691-022 FS

Oggetti simili a Locomotiva

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
InventoreUfficio Studi Locomotive
CostruttoreBreda
Periodo sec. XX
Anno inizio1929
Numero inventarioD320
Collocazionepiano terra
Lunghezza22635 mm
Peso94,6 t
Materialimetallo
Acquisizione Ferrovie dello Stato

Descrizione

Locomotiva a vapore con telaio in lamiera d'acciaio, poggiante, per mezzo di sospensioni a balestra, su un rodiggio 231, composto da un carrello portante anteriore a due assi, tre sale accoppiate e un carrello posteriore di tipo bissel. Al di sopra della caldaia Ŕ posizionato un duomo, mentre nella parte anteriore si trova un fumaiolo semplice, situato in corrispondenza della camera a fumo. La locomotiva dispone di quattro cilindri orizzontali, due interni e due esterni, alimentati per mezzo di un sistema di distribuzione a cassetto cilindrico di tipo Walschaerts. Sul veicolo Ŕ montata una pompa a vapore della Westinghouse per il sistema frenante automatico ad aria compressa. La locomotiva Ŕ completa di tender per il trasporto delle scorte di acqua e carbone. La locomotiva presenta una verniciatura di colore nero brillante, ad eccezione dei raggi delle ruote, della trave dei respingenti e delle bielle vernicati di rosso e dei cerchi delle ruote di colore bianco.

Notizie storico-critiche

Le locomotive del Gruppo 691 delle Ferrovie delle Stato derivano dal riadattamento delle precedenti locomotive del Gruppo 690, mediante l'applicazione dell'ampio forno del Gruppo 746 insieme al carrello bissel posteriore e ad un nuovo tipo di surriscaldatore. In seguito a questa trasformazione, queste locomotive riuscirono ad aumentare la potenza sviluppata da 1400 a 1750 cavalli. La spiegazione di questa trasformazione si trova nella consapevolezza, giÓ presente negli anni '20, che il futuro delle ferrovie italiane avrebbe puntato sulla trazione elettrica; si preferý quindi ricostruire tutti i 33 modelli del precedente Gruppo 690, convertendoli nei nuovi 691, piuttosto che costruire locomotive nuove. Le locomotive del Gruppo 691 comunque si dimostrarono ampiamente all'altezza delle aspettative, restando in servizio fino agli inizi degli anni '60. Nel 1939, inoltre, l'esemplare 691.011 stabilý il primato italiano di velocitÓ per una locomotiva a vapore, raggiungendo i 150 km/h. L'esemplare conservato presso il Museo della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" Ŕ l'unico dei 33 modelli realizzati sopravvissuto alla demolizione.

Riferimenti Bibliografici:

  • Pocaterra R. ''Treni / Conoscere e riconoscere tutte le locomotive e i treni che hanno fatto la storia delle ferrovie del mondo'' 2006 Novara
  • De Cet M./ Kent A. ''Enciclopedia delle locomotive'' 2007 Milano
  • Herring P. ''Il libro completo dei treni'' 2005 Novara
argomento categoria:Industria ferroviaria lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto

Immagine oggetto

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio