Aeroplano - North American F-86K Sabre

Oggetti simili a Aeroplano

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
CostruttoreFiat
Periodo sec. XX
Anno1955
Numero inventarioD1004
CollocazioneDeposito
Altezza457 cm
Larghezza1131 cm
Lunghezza1247 cm
Peso8267 kg
Materialimetallo
Acquisizione Aeronautica Militare

Descrizione

Aeroplano monoposto da caccia, ad ala bassa montata a sbalzo. L'ala, con una freccia di 35°, presenta un'ossatura metallica a cassone bilongherone composta da tre parti rivestite in metallo. Lungo il bordo d'uscita dell'ala sono situati gli alettoni, azionati da servocomando idraulico; lungo il bordo d'attacco, inoltre, sono situate delle alette automatiche. La fusoliera ha una struttura a semiguscio a sezione ovale, con un appiattimento sul fondo, formata da due parti; il motore è ancorato al tronco anteriore che ospita anche il sistema radar MG-4, l'abitacolo e la maggior parte degli impianti di bordo, mentre alla parte posteriore sono fissati gli aerofreni, il paracadute freno e gli impennaggi. Sul museo dell'aeroplano si trova la presa d'aria del motore a reazione. L'impennaggio monoderiva comprende un timone verticale fornito di aletta di correzione e da due semipiani a freccia di 35°. L'abitacolo, provvisto di seggiolino eiettabile, è chiuso da un tettuccio a goccia, apribile con scorrimento all'indietro. Il velivolo è equipaggiato con un armamento costituito da quattro mitragliatrici laterali e da due bombe appese alle semiali. L'aeroplano poggia su un carrello triciclo anteriore con le ruote principali retrattili con rotazione verso l'interno e ruota anteriore orientabile retrattile all'indietro.

Notizie storico-critiche

Gli aeroplani North American F-86 Sabre, sviluppati a partire dalla fine degli anni '40 negli Stati Uniti, divennero tra i più diffusi caccia degli anni '50, costruiti complessivamente in quasi 10.000 unità. Tra le tante varianti che vennero realizzate, la F-86K rappresenta la versione per l'esportazione verso altri Paesi, inizialmente costruita negli Stati Uniti e successivamente assemblata in loco con componenti di provenienza americana. Il primo F-86K montato in Italia dalla Fiat raggiunse il volo il 23 maggio 1955 a Caselle; la costruzione in Italia di questi velivoli contribuì notevolmente a diffondere nel settore industriale l'insieme di conoscenze tecniche sulle moderne costruzioni aeronautiche. In totale la Fiat consegnò all'Aeronautica Militare 63 velivoli, mentre altre 158 unità vennero ricevute da Germania, Francia, Olanda e Norvegia. L'esemplare conservato presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" mostra le insegne del 51° Stormo di stanza a Istrana (TV).

Riferimenti Bibliografici:

  • Aviazione in ''Aviazione in Lombardia / Pionieri, artigianato, industria'' 1982 Milano
  • Apostolo G. ''Guida agli aeroplani d'Italia / dalle origini ad oggi'' 1981 Milano
  • Batchelor J./ Lowe M. V. ''Enciclopedia del volo / dal 1848 al 1939'' 2006 Milano
  • Angelucci E./ Matricardi P. ''Guida pratica agli aeroplani di tutto il mondo'' 1975-1982 Milano
argomento categoria:Trasporti via aria lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio