Automobile - Fiat 500 C Topolino

Oggetti simili a Automobile

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
InventoreGiacosa Dante
CostruttoreFiat
Periodo sec. XX
Anni1949 - 1955
Numero inventario8672
CollocazioneDeposito
Altezza1,37 m
Larghezza1,28 m
Lunghezza3,24 m
Peso610 kg
Materialigomma, metallo, tela, vetro
AcquisizioneRossini, Giuseppe e Riccardo

Descrizione

Autovettura con carrozzeria a berlinetta, verniciata di grigio e sostenuta da un telaio a due longheroni e a traverse. La vettura è provvista di due fanali anteriori circolari, sotto i quali sono posizionati due fanali di dimensioni minori; sui lati dei parafanghi anteriori si trovano gli indicatori di direzione, mentre sui parafanghi posteriori sono situati i fanali di coda. Nella parte anteriore dell'automobile è posto il cofano a copertura del motore. L'abitacolo, accessibile da due porte con apertura contro vento, offre spazio per due posti ed è chiuso da una capottina a mantice in tela. Il posto di guida, a sinistra, dispone di un cruscotto con due quadranti circolari con gli indicatori del livello di benzina e olio, il tachimetro e il contachilometri e gli interruttori delle luci di posizione e dei tergicristalli. Gli interni dell'abitacolo, inoltre, sono realizzati in tela marrone. La vettura monta un motore a 4 cilindri in linea, con basamento in acciaio e testata in alluminio, il sistema di alimentazione è costituito da valvole laterali regolate da un albero a camme nel basamento. La trasmissione sulle ruote posteriori comprende un cambio a quattro marce più retromarcia, con comando a leva centrale. L'impianto frenante è costituito da freni idraulici a tamburo, mentre le sospensioni utilizzano ammortizzatori idraulici telescopici, rafforzati, anteriormente, da balestre trasversali superiori e bracci trasversali inferiori e, posteriormente, da una barra stabilizzatrice trasversale.

Notizie storico-critiche

La richiesta di una vettura economica accessibile ad un'ampia parte della popolazione venne avanzata alla Fiat da Mussolini, convinto della necessità di motorizzare gli italiani ad imitazione di quanto succedeva in Germania con la Volkswagen Maggiolino. Dopo alcuni anni di studi e progetti, la Fiat giunse nel 1936 a mettere in vendita una nuova vettura al costo di 8.900 lire, che nonostante avesse di gran lunga superato il prezzo preventivato di 5.000 lire, fu un gran successo consentendo all'Italia di entrare nell'era delle utilitarie. Questa automobile venne semplicemente chiamata Fiat 500, ma si affermò quasi subito in soprannome di Topolino dato alla vettura da una rivista inglese, nonostante la Fiat non abbia mai ufficialmente adottato questo nome. L'esemplare posseduto dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" appartiene al modello C della Fiat 500, prodotto dal 1949 fino all'inizio del 1955 quando venne sostituito dalla Nuova 500; in totale, tra il 1936 e il 1955, la Topolino venne realizzata in oltre mezzo milione di unità.

Riferimenti Bibliografici:

  • Todeschini M. ''L'uomo che inventò la 500 / Storia di un mito'' 2007 Roma
argomento categoria:Industria automobilistica lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio