Ancora comune -

Oggetti simili a Ancora

Categoria principale Industria Manifattura e Artigianato
Ambito culturaleproduzione italiana
Periodoprima metà sec. XX
Anni1900 - 1949
Numero inventario1596
CollocazioneDeposito
Altezza44 cm
Larghezza31 cm
Lunghezza45 cm
Peso-
Materialiacciaio, legno
Acquisizione Civico Museo Navale Didattico-Comune di Milano

Descrizione

Ancore di tipo comune con fuso in acciaio e ceppo fisso in legno, applicate su tavole di legno. Il ceppo è costituito da un trave verniciato di nero, formato da due pezzi di legno uniti mediante quattro cerchi in metallo. Nella testa del fuso si trova un foro in cui è sistemata la cicala, collegata alla catena a traversini che unisce le due ancore. Le ancore sono provviste di due marre fisse, ricurve verso l'alto e dotate di patte di forma lanceolata.

Notizie storico-critiche

L'ancora è l'organo utilizzato per dare un solido attracco agli ormeggi di un galleggiante, che sia una barca o una nave, e la cui grandezza è direttamente proporzionale alle dimensioni del galleggiante stesso. Generalmente dotata di due bracci chiamati marre, l'ancora viene trascinata in modo da far presa sul fondo e tenere così ferma la nave contro l'azione del vento e delle correnti. La tipologia di ancore con ceppo ha una lunga storia che affonda le proprie radici nell'antichità classica, sopravvivendo fino ad oggi, sostanzialmente invariata nelle sue parti fondamentali; il ceppo ha la funzione di favorire la presa del fondo da parte di un marra, disponendosi orizzontalmente rispetto al fondale. La prima testimonianza archeologica di ancore in ferro con ceppo fisso in legno risale alla nave vichinga di Gotskad dell'850 d.C.; a partire dall'Alto Medioevo divennero di uso comune su tutti i vascelli. Questa tipologia di ancora, con la sostituzione del ceppo in legno con uno mobile e più sottile in metallo, venne adottata dall'Ammiragliato Britannico nel corso del 1800. Le due ancore comuni conservate presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" avevano probabilmente una funzione ornamentale.

Riferimenti Bibliografici:

  • Avilia F. ''La storia delle ancore'' 2007 Formello
  • Malfatti V. ''Ancore e catene'' 1899 Roma
  • Imperato F./ Imperato E. ''Arte navale'' 1961 Milano
  • Mannella G. ''Elementi di tecnica navale'' 1976 Milano
argomento categoria:Industria navale lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio