Contatore per la tabulatrice IBM 405 -

Oggetti simili a Contatore

Categoria principale Informatica
CostruttoreI.B.M. Italia
Periodo sec. XX
Anno1939
Numero inventarioD1201
CollocazioneDeposito
Altezza2,5 cm
Larghezza18,5 cm
Lunghezza14,5 cm
Peso1,00 kg
Materialiacciaio, plastica, rame
Acquisizione I.B.M. Italia

Descrizione

Su una base metallica, costituente la struttura portante, sono inseriti quattro elettromagneti (relÚ) e due ruote di conteggio metalliche azionate da un sistema di leve di acciaio collegate con i contatti degli elettromagneti. Le ruote di conteggio sono costituite da tre ruote dentate coassiali. Sul lato opposto della struttura portante, rispetto alle ruote di conteggio, sono visisibili una serie di morsetti a vite uscenti dalle ruote stesse e collegati tramite fili elettrici ad un connettore di materiale plastico inserito ad un'estremitÓ della base. Il complesso dei fili elettrici Ŕ suddiviso in fasci di due colori differenti: il rosso che collega i morsetti delle ruote al connettore plastico e quello nero che collega i contatti degli elettromagneti allo stesso connettore. Un sistema complesso di leverismi assicura i collegamenti tra gli elettromagneti e le ruote di conteggio.

Funzione

Questi dispositivi, all'interno dell'IBM 405, svolgevano il calcolo aritmerico richiesto che in questo caso era il conteggio di evenienze.

ModalitÓ d'uso

L'utilizzo avveniva all'interno della tabulatrice IBM 405; il contatore recepiva elettricamente il dato letto sulle schede perforate (foro presente o no in un dato punto della scheda) che attivava gli elettromagneti preposti, che a loro volta, tramite altri contatti, controllavano la rotazione delle ruote di conteggio; da queste ultime usciva il dato aritmetico richiesto raccolto da fasci di lettura costituiti da conduttori elettrici.

Notizie storico-critiche

La IBM 405 ("alphabetic bookkeeping and accounting machine" anche nota come "electric punched card accounting machine", introdotta nel 1934, Ŕ stata la prima macchina a stampare direttamente in tabulati i dati contenuti su ciascuna scheda; inoltre questa macchina, che Ŕ una tabulatrice, pu˛ sommare gruppi di dati stampando i relativi totali. La velocitÓ dei due processi della macchina Ŕ rispettivamente di 80 e 50 schede al minuto. La macchina permette di disporre a piacere i dati ottenuti dalle schede grazie alla dotazione di un pannello di comando (plugboard) automatico interno. La 405 Ŕ rimasta sul mercato fino al 1949.

Riferimenti Bibliografici:

  • I.B.M. Italia ''Tre secoli di elaborazione dei dati'' 1975 Milano
  • I.B.M. Italia ''Tre secoli di elaborazione dei dati'' 1980 Milano
  • I.B.M. Italia ''Il calcolo automatico nella storia / Guida ai visitatori della mostra dedicata al "Calcolo automatico nella storia" ed organizzata dalla IBM ITALIA al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano'' 1959 Milano
argomento categoria:Hardware informatico lunghezza:1

Immagini

Immagine oggetto


I contenuti di questa pagina sono disponibili secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC BY-SA) 4.0 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.
Contenuti sviluppati con il contributo di Regione Lombardia e inseriti nel catalogo regionale Lombardia Beni Culturali.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio