Aliante

Aliante

Inventario n.4
Alberto Mario Soldatini e Vittorio Somenzi, 1952 - 1953

Leonardo, mentre intuiva la difficoltà di realizzare il grande sogno di poter volare con macchine volanti a propulsione umana, si orienta verso il volo librato. Nell'aliante da lui concepito la posizione del volatore è studiata in modo che egli si possa bilanciare mediante opportuni movimenti della parte inferiore del corpo. Le ali, che imitano quelle dei pipistrelli e dei volatili di grandi dimensioni, appaiono fisse nella parte più interna (quella vicino alla persona), e mobili in quella esterna. Questa parte poteva infatti essere piegata attraverso un cavo di comando azionato dal volatore. Leonardo era giunto a tale soluzione studiando la struttura alare degli uccelli e osservando che la parte interna delle loro ali si muoveva più lentamente di quella esterna e che perciò serviva più a sostenere che a spingere in avanti.

Il modello è basato sul disegno:

  • Codice Atlantico f. 846 v. (1495-1496)
    Milano, Biblioteca Ambrosiana