Condotti conici

Condotti conici

Inventario n.9085
Soldatini Alberto Mario, Somenzi Vittorio, 1952 - 1953

“Io voglio in quanto a questo caso, che tu facci uno istrumento come qui è figurato, e che tu volghi la faccia della asse colle sue buche piramidale per quel verso donde spira il vento”.

Leonardo disegna questo strumento per dimostrare che condotti conici di apertura diversa influiscono proporzionalmente sull’intensità di una corrente d’aria che vi passa. È costituito da una struttura verticale a cui sono applicati due condotti conici di apertura diversa. Entrambe le punte dei coni sono dirette verso una ruota a lamelle di rame sul cui albero si avvolgono due pesi. La corrente d’aria che passa attraverso due condotti conici di apertura diversa è in grado di muovere la turbina eolica sollevando due pesi proporzionali alle aperture dei coni stessi. Leonardo dedica l’intero foglio allo studio di strumenti di misura dell’intensità del vento.

Il modello è basato sul disegno:

  • Codice Arundel f. 241 r. (1490 ca.)
    London, British Library