Garzatrice continua

Garzatrice continua

Garzatrice continua

Inventario n.6626
Giovanni Strobino, 1952 - 1953

Macchina per produrre lunghe pezze di lana già cardate. La lana, imbevuta in un bagno alcalino, diventa un tessuto compatto e rigido alla cui superficie aderiscono, aggrovigliati, i filamenti che da essa sporgono. La garzatura consiste proprio nel districare questo aggrovigliamento, sollevando i filamenti e distendendoli così da formare quella fibra caratteristica della lana che in seguito a questa lavorazione aumenta la sua capacità di trattenere il calore. La macchina è costituita da una base di lavoro su cui sono collocate cinque coppie di rulli, o subbi, che tendono altrettanti anelli di pezze. Cinque subbi di un’estremità sono collocati su un albero di trasmissione collegato tramite pignone a una ruota dentata a manovella. Il vantaggio di questa macchina è quello di poter lavorare più volte le pezze senza fermarsi, perché queste formano un anello continuo.

Il modello è basato sul disegno:

  • Codice Atlantico f. 106 r. (1495)
    Milano, Biblioteca Ambrosiana