Sfondacarene

Sfondacarene

Sfondacarene

Inventario n.9094
Luigi Tursini, 1953

"Vuolsi ‘nprontare una delle tre viti di ferro dell’Opera di Santa Liberata. Forma di gesso e gitta di cera"

Attrezzo offensivo per l'affondamento delle navi nemiche, destinato a essere comandato direttamente dagli uomini d'assalto, in primo luogo dai palombari. L'attrezzo, in ferro, ha la forma di una U rovesciata ed è munito di un vitone centrale. Le due gambe della U vengono fissate su due tavole non contigue dello scafo della nave. Nella tavola centrale viene avvitata la vite. Una volta che questo è saldamente avvitato e fissato, viene azionata la seconda manovella, che esercitando pressione sui due bracci dello sfondacarene, provocherà la rottura dello scafo e di conseguenza l'affondamento della nave.

Il modello è basato sul disegno:

  • Codice Atlantico f. 909 v. (1485-1487)
    Milano, Biblioteca Ambrosiana