Premio Comunicami 2009

oscar del web

Al centro della foto Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo; alla sinistra il Presidente della Provincia Guido Podestà. Alla destra Cristina D'Addato, Comunicazione Corporate del Museo

Il Museo è stato premiato presso la fiera COM.PA. con il premio Comunicami - Premio Isimbardi per la Comunicazione Pubblica e Istituzionale in provincia di Milano - nella categoria migliore campagna su temi di pubblico interesse.


La menzione alla campagna Vieni al Museo e fatti gli affari tuoi è stata assegnata "per la capacità di trasformare una potenziale difficoltà in un'occasione di comunicazione e coinvolgimento degli utenti". Il premio, rivolto a tutte le amministrazioni pubbliche e a tutti i gestori di servizi pubblici con sede nella provincia di Milano, ha l'obiettivo di incentivare una comunicazione pubblica efficace ed efficiente, vicina ai bisogni dei cittadini, premiando le amministrazioni che meglio hanno utilizzato strumenti, metodi e strategie della comunicazione pubblica.

"La Provincia di Milano - ha dichiarato il presidente della Provincia Guido Podestà - ancora una volta dimostra attenzione verso il cittadino dando valore alla comunicazione pubblica che è strumento determinante per migliorare, ogni giorno di più, il rapporto tra le Istituzioni e gli abitanti. Le Istituzioni devono garantire ai cittadini informazioni corrette, in tempo reale e trasparenti. Il "Premio Comunicami" stimola le realtà locali della Provincia di Milano a creare attività di comunicazione efficaci rivolte ai cittadini".

 

"La nostra missione è diffondere la cultura scientifica e tecnologica rendendola accessibile a tutti" dichiara il direttore generale del Museo Fiorenzo Galli "Crediamo che i musei possano svolgere un ruolo importante per lo sviluppo collettivo e concorrere alla formazione di cittadini consapevoli, informati e responsabili. La campagna 'Vieni a Museo e fatti gli affari tuoi' parla di "cittadinanza scientifica" e della sua importanza per la vita quotidiana di ognuno di noi. L'esperienza che vive il pubblico - prosegue Galli - è il centro di ogni nostra attività progettuale ed è il focus di questa comunicazione. Tutta la campagna, dal concept alla produzione, è stata realizzata internamente dall'ufficio comunicazione corporate in collaborazione con gli uffici grafica, organizzazione eventi e produzioni audiovisive".

 

La comunicazione "Vieni al Museo e fatti gli affari tuoi", lanciata nell'autunno 2008, è un invito diretto e ironico a entrare nel Museo, a varcarne la soglia e a scoprire tutto quello che vive al suo interno. Il pay-off è una sfida, una provocazione: "vieni al Museo e fatti gli affari tuoi". Il doppio senso è rivelato dai testi che lo accompagnano: chi si occupa di scienza e tecnologia si occupa di sé e fa il proprio interesse.

 

Tutto quello che i visitatori trovano nel Museo li riguarda da vicino: energia, trasporti, telecomunicazioni, materiali, genetica e biotecnologie, robotica. Non solo contenuti ma anche varietà di esperienze e contaminazione di linguaggi: esposizioni permanenti, laboratori interattivi, mostre, incontri e spettacoli. "Entrate e scegliete quello che fa per voi" è l'appello che il Museo rivolge a tutti, adulti e bambini, italiani e stranieri, esperti e non. Questa è l'azione persuasiva a cui il Museo, i musei scientifici di tutto il mondo e i science centre dedicano le loro energie.

 

Come immagine non viene proposta nessuna foto di collezioni o laboratori, ma le reazioni di una visitatrice alle nostre proposte o davanti ai nostri oggetti: stupore, divertimento, curiosità, desiderio di interagire, "metterci le mani"...

 

Gli strumenti che hanno dato forma a questa campagna, oltre a un classico annuncio, sono un poster, due banner esposti all'ingresso del Museo e sulla facciata di via San Vittore, un pop-up, un segnalibro e una home page per il sito web del Museo. Un divertente video in tre soggetti ha completato la proposta in un ironico "botta e risposta" di espressioni e mancate "profezie" sui progressi scientifici e tecnologici.

indietro

Approfondimenti

Com-pa

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio