prestiti e comodati

DAL 25 OTTOBRE 2014

IL GAMBA DE LEGN RITORNA A SETTIMO MILANESE

Dopo oltre 50 anni, la locomotiva N111 delle collezioni del Museo Nazionale della scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci è tornata alla sua fermata Cascine Olona


UN PROGETTO DI COMUNITA’



La storia del Gamba de legn si intreccia con le trasformazioni e lo sviluppo dei territori serviti dai convogli trainati da questa piccola locomotiva, autentica protagonista della rivoluzione del trasporto pubblico locale. A partire dalla disponibilità del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, la locomotiva M.M.C. 111 è tornata a Settimo Milanese grazie all’impegno ed alla generosità di chi ha deciso di contribuire alla realizzazione di questo progetto di comunità basato sul volontariato. Infatti per far giungere fino a qui la locomotiva, è stato necessario mettere in campo una pluralità di competenze. La Provincia di Milano ha voluto documentare in un filmato le principali fasi del lavoro.


Smontato in quattro parti, il Gamba del legn è stato poi trasportato, riassemblato e restaurato, con perizia e scrupolo, prima di essere collocato nell’attuale spazio espositivo, a pochi metri di distanza dalla fermata che faceva a Cascine Olona.


FERMATA CASCINE OLONA



''To-toc to-toc to-toc''. Questo è il monotono suono che accompagnava i passeggeri del tram a vapore. Ma questa è solo una delle tante ipotesi sull’origine del suo curioso soprannome Gamba de legn. La sua storia inizia alla fine dell’Ottocento. Milano è in crescita, dai paesi intorno partono ogni mattina tanti lavoratori che ogni sera fanno ritorno. In pochi anni vengono posati centinaia di chilometri di binari fuori città. Nemmeno le due Grandi Guerre interrompono il suo servizio. È l’unico mezzo pubblico a poter funzionare durante i bombardamenti ed il coprifuoco perché a vapore e non a corrente. Negli anni Cinquanta le linee iniziano ad essere elettrificate e sulle strade circolano sempre più autobus. Il Gamba de legn abbrevia la sua tratta, perdendo fermate. Il 30 agosto 1957 la linea viene soppressa e il Gamba de Legn accarezza per l’ultima volta la chiesetta di San Giovanni Battista a Settimo Milanese. Dopo oltre 50 anni, la locomotiva N111 delle collezioni del Museo Nazionale della scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci è tornata alla sua fermata Cascine Olona. GAMBA DE LEGN MMC N111


La 111 è una locomotiva a vapore utilizzata sul tram detto Gamba de Legn. Per quasi 60 anni questa motrice viaggia da Milano verso la provincia e ritorno. Piccola ma potente, traina fino a 10 carrozze colme di pendolari. In ogni carrozza ci sono 40 posti a sedere, tutti gli altri stanno in piedi o addirittura aggrappati ad un finestrino e sul tetto. Quando la linea inaugura, una corsa in 2°classe dal capolinea milanese di Corso Vercelli 33 a Cascine Olona costa 0.40 centesimi di lira. Per timore che nelle vie cittadine sbuffi di vapore o ciottoli della massicciata colpiscano i passanti o i tanti cavalli ancora presenti, le motrici del Gamba de Legn sono avvolte da una pesante grembiulatura metallica. Verde e nera nella parte superiore e rossa a coprire le ruote, gli conferisce un aspetto unico e un po’ goffo. Questa locomotiva viene commissionata dalla Società Anonima del Ticino nel 1912 e presta servizio sulla Milano-Pavia fino al 1936, anno in cui sarà trasferita sulla linea Milano-Magenta-Castano. Nel 1954 lascia il servizio attivo per iniziare una nuova vita al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano. Nel 2013 è tornata sul suo storico tracciato a Settimo Milanese, in prossimità della vecchia fermata di Cascine Olona.

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio