prestiti e comodati

Dal 1 maggio al 31 ottobre 2010

I modelli del Museo allo Shanghai World Expo 2010

In occasione dello Shanghai World Expo 2010 il Museo è stato invitato dallo Shanghai National Museum a curare la sezione Leonardo e la città ideale nel Rinascimento all’interno della grande mostra Ideal City nell’Urban Footprints Pavilion.

I cinque modelli del Museo



Nella sezione curata dal Museo sono esposti cinque modelli della collezione storica, realizzati negli anni Cinquanta da importanti studiosi a partire dall’interpretazione di disegni di Leonardo da Vinci e restaurati per l’occasione.

I modelli rappresentano le proposte di Leonardo per una città ideale, gli studi per la realizzazione di chiese a pianta centrale e per le fortificazioni militari. Questi consentono di comprendere la portata rivoluzionaria delle teorie leonardesche sulla città ideale, argomento che tanto ha animato il dibattito degli architetti e degli umanisti durante il Rinascimento.

I modelli storici di Leonardo da Vinci presenti all’Expo Shanghai 2010 sono:


  • Il plastico urbanistico o città ideale: Leonardo, affascinato dall’idea di pianificare una città come organismo formalmente compiuto, pensa ad un città ideale plasmata non tanto su criteri di eleganza e perfezione, quanto su una concreta funzionalità. Il suo modello di città ideale segna un netto distacco dalle teorie degli architetti rinascimentali.


  • La chiesa a due livelli: il modello rappresenta una chiesa a pianta centrale a due livelli, risultato di diversi studi svolti da Leonardo durante il periodo milanese, in cui si concentra sullo studio dei volumi geometrici, cercando di integrare il classicismo con la simmetria.


  • La fortezza di montagna: Leonardo Da Vinci si distingue anche nell’ingegneria militare, in particolare studia la struttura di fortezze e nuove architetture militari, adattando gli elementi tradizionali con soluzioni che possono resistere alle nuove armi da fuoco. Questo modello in particolare rappresenta una fortezza di montagna, forse pensata per una località sul confine svizzero, costituita da un mastio centrale e due cerchie murarie di difesa concentriche.


  • Il rivellino o il bastione triangolare: altro esempio di architettura fortificata leonardesca, rappresenta un rivellino, ossia un avamposto difensivo, a pianta triangolare.


  • La torre angolare con beccatelli: il modello è l’angolo di una rocca con una torre angolare circolare dalla base fortemente scarpata. La torre ha un doppio coronamento conico coperto, dotato di tradizionali feritorie ma anche di bocche per le artiglierie. In questa torre, infatti, convivono elementi tipici dell’ingegneria militare del Medioevo e innovazioni dell’architettura fortificata rinascimentale.



Completa il percorso di visita uno speciale audiovisivo, curato e realizzato dal Museo, in cui i disegni di Leonardo e i modelli storici che li traducono sono messi a confronto con le testimonianze del territorio lombardo, restituendo quanto delle idee e dei progetti di Leonardo ha trovato poi effettiva attuazione.

Il Museo Nazionale conserva la più grande collezione al mondo di modelli di macchine di Leonardo da Vinci, personaggio simbolo della continuità tra cultura artistica e scientifico-tecnologica. Negli anni il Museo ha contribuito a divulgare l’opera e la figura di Leonardo in Italia e all’estero attraverso numerose mostre temporanee, tra cui quelle di Chicago, Mosca, Tokyo, Bruxelles e ora Shanghai.



Shanghai World Expo 2010



Shanghai ospita da sabato 1 maggio a domenica 31 ottobre 2010 lo Shanghai World Expo 2010, che si preannuncia come la più grande Esposizione Universale mai realizzata, con oltre 260 realtà partecipanti e 70 milioni di visitatori.

Il tema dell’EXPO è Better City, Better Life, perché una città migliore e una vita migliore dipendono sempre più dalla capacità di saper creare una coesistenza e un’interazione armoniosa tra uomo, città e pianeta. Si vuole discutere del problema della pianificazione urbana e dello sviluppo sostenibile nelle nuove aree cittadine, ma anche di come effettuare le riqualificazioni nel tessuto urbano esistente.

Il Museo è stato invitato dallo Shanghai National Museum, uno dei più importanti musei cinesi, a curare la sezione Leonardo e la città ideale nel Rinascimento all’interno della grande mostra Ideal City nell’Urban Footprints Pavilion. Nell’area Growing City Hall del padiglione si racconta la storia delle grandi città del passato, come Firenze, Amsterdam, Bisanzio e Instanbul, ricostruendo lo sviluppo dell’urbanistica nella storia del mondo.

Il Museo partecipa come unico espositore italiano tra i musei che hanno preso parte alla mostra, tra i quali si annoverano il British Museum e il London Science Museum, il Staatliche Museen di Berlino, Archaelogical Museum di Athene e altri 18 musei cinesi.


Un particolare del modello storico di Leonardo da Vinci del plastico urbanistico o città ideale
Foto © A. Nassiri | Archivio MuseoScienza

Informazioni

Visita il sito ufficiale Expo 2010 Shanghai China (in inglese)


Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio