prestiti e comodati

23 ottobre 2012 | 18 agosto 2013

Léonard de Vinci. Projets, dessins, machines

Quaranta modelli storici di macchine di Leonardo da Vinci della collezione del Museo alla mostra storica e interattiva di Parigi dedicata a Leonardo.

GRANDE SUCCESSO PER LA MOSTRA A PARIGI



Léonard de Vinci. Projets, dessins, machines

La mostra nel periodo di apertura nella sede parigina dal 23 ottobre 2012 al 18 AGOSTO 2013, ha contato 275.500 visitatori, 86.000 dei quali impegnati in visite guidate.
















LA MOSTRA



Mostra realizzata e prodotta da Universcience in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci e il Deutsches Museum di Monaco.

All’interno dei rapporti internazionali consolidati tra queste tre importanti istituzioni culturali, è da oltre due anni in preparazione un’importante mostra, storica e interattiva, dedicata a Leonardo da Vinci, che è stata presentata per la prima volta alla Citè des Sciences et de l’industrie il 23 ottobre 2012 e durerà fino al
18 agosto 2013.



Léonard de Vinci. Projets, dessins, machines

Da sinistra Jean Botti, Chief Technical Officer di EADS, Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Claudie Haigneré, Presidente di Universcience



Guarda il servizio del TG1 del 24 ottobre 2012
(dal minuto 23:45)



Léonard de Vinci. Projets, dessins, machinesL’esposizione permette al grande pubblico di scoprire l’opera scientifico-tecnologica di Leonardo da Vinci, concentrandosi sul suo metodo di lavoro e sui suoi legami con il contesto storico e tecnologico del suo tempo.

Quaranta modelli storici della collezione del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia uniti a postazioni interattive e multimediali sono il filo conduttore che consente di esplorare l’evoluzione della carriera di Leonardo ingegnere e tecnologo.

Curiosità, desiderio di apprendimento, osservazione della natura, pensiero flessibile e trasversale hanno permesso a Leonardo di indagare l’universo e le sue leggi. Quanto oggi la ricerca contemporanea può trarre ispirazione dal suo metodo di lavoro, e quanto la natura può ispirare l’innovazione? Queste domande sono la base dei "contrappunti contemporanei" della mostra, dove è possibile conoscere interessanti esempi di ricerca nella biomimetica contemporanea.

Léonard de Vinci. Projets, dessins, machines

La mostra curata da Claudio Giorgione, curatore del Dipartimento Leonardo Arte e Scienza del Museo e da Éric Lapie, curatore della Cité des Sciences et de l’industrie, si sviluppa in sei aree tematiche che esplorano la personalità di Leonardo attraverso i modelli storici, multimedia interattivi, exhibit e animazioni:

- Trasformare il movimento, dove scoprire come l’apprendistato fiorentino presso il Verrocchio è per Leonardo un momento d’osservazione e di confronto con la tradizione ingegneristica
- Prepararsi alla guerra, per approfondire l’attività d’ingegnere militare presso la corte milanese di Ludovico Sforza
- Ispirarsi alla natura, in cui esplorare come la natura e le sue forme siano fonte d’ispirazione e d’osservazione per gli scienziati e gli ingegneri di oggi
- Immaginare il volo, per comprendere quanto l’osservazione attenta della natura, degli esseri viventi, della loro morfologia e dei loro movimenti sia alla base delle ricerche di Leonardo sul volo
- Migliorare la produzione, dove scoprire un aspetto forse meno noto dell’attività di Leonardo, che immagina sistemi meccanici che possano automatizzare alcune attività della produzione tessile
- Unificare il sapere, che rivela la straordinaria capacità di sintesi nelle diverse discipline e la curiosità verso il mondo di questa poliedrica personalità.

Attorno alla mostra vengono proposte attività per il pubblico generale e per le scuole: un’animazione teatrale sul tema della meccanica, diversi laboratori in cui osservare e sperimentare leve, pulegge, ingranaggi per capirne il funzionamento o in cui scoprire le tecniche di analisi e di restauro delle opere pittoriche o come il disegno scientifico rifletta l’evoluzione delle conoscenze.

Durante il periodo della mostra, i visitatori del Museo potranno comunque continuare a esplorare i modelli storici esposti, che permettono di ripercorre i principali ambiti tecnico-scientifici studiati da Leonardo attraverso l’interpretazione dei suoi disegni.

Léonard de Vinci. Projets, dessins, machines

In occasione dell’inaugurazione della mostra viene presentato il catalogo Léonard de Vinci. La nature et l’invention curato da Patrick Boucheron e Claudio Giorgione, edito da Universcience Éditions e Éditions de La Martinière.
Il volume contiene una prefazione di Claudie Haigneré, Presidente di Universcience, di Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, e di Éric Lapie, oltre a un’introduzione di Claudio Giorgione e Patrick Boucheron, professore di Storia medioevale all’Università di ParigiI-Pantheon-Sorbona.
I capitoli "Trasformare il movimento" e "Immaginare il volo" sono scritti in italiano da Claudio Giorgione mentre il capitolo "Unificare il sapere" è scritto in italiano da Pietro C. Marani, professore ordinario di Storia dell’arte moderna al Politecnico di Milano.

Sito ufficiale della mostra (in lingua francese)

Informazioni


Léonard de Vinci. Projets, dessins, machines
Citè des sciences et de l’industrie | 23 ottobre 2012 | 18 agosto 2013
30, avenue Corentin-Cariou 75019 Paris
MM Porte de la Villette

Leonardo da Vinci: Vorbild Natur | Zeichnungen und Modelle
dal 11 ottobre la mostra si sposta al Deutsches Museum di Monaco di Baviera.

Informazioni

Léonard de Vinci. Projets, dessins, machines Citè des sciences et de l’industrie | 23 ottobre 2012 | 18 agosto 2013 30, avenue Corentin-Cariou 75019 Paris MM Porte de la Villette