prestiti e comodati

Dal 12 Aprile al 22 Luglio 2013

"Les Macchiaioli 1850-1874. Des impressionnistes italiens?"

Il museo presta i i "Fidanzati" di Silvestro Lega al Museo dell’Orangerie di Parigi per la mostra sui Macchiaioli, che avrà poi una seconda sede a Madrid.

SILVESTRO LEGA



(Modigliana, Forlì, 1826 - Firenze, 1895)

È considerato uno dei maggiori esponenti del movimento dei macchiaioli, insieme a Giovanni Fattori e a Telemaco Signorini. Si forma nell’ambito del Purismo di Luigi Mussini, e si avvicina al movimento macchiaiolo durante le interminabili discussioni al Caffè Michelangelo fin dal 1854. Il suo stile raffinato ha saputo ben rappresentare il mondo borghese declinandolo in una maniera intimista.

I FIDANZATI



Questo dipinto viene esposto per la prima volta a Firenze nel 1869 col titolo "I promessi sposi". Due fidanzati passeggiano nella campagna al tramonto, sorvegliati discretamente e a una certa distanza da una donna più matura, mentre una bambina è intenta a cogliere fiori. L’atmosfera è quella intimista e borghese del realismo macchiaiolo, cui Lega si avvicina progressivamente a partire dal 1861, quando inizia a frequentare Piagentina, nella campagna fiorentina, dove conosce la famiglia Batelli. Lo stile di Lega di questi anni si concretizza in immagini dai colori chiari e delicati, dal linearismo sottile e dalla limpida serena spazialità.
Negli anni successivi, anche a causa di una malattia agli occhi che andrà aggravandosi, userà toni più sfaldati e vibranti, in nuovo naturalismo di inclinazione impressionista dove il colore si farà più acceso.

Per approfondire l'opera la potete vedere nel nostro catalogo

LA MOSTRA



Nella seconda metà del XIX secolo, tra i tavoli del caffè Michelangiolo a Firenze, i Macchiaioli, un gruppo di pittori tra le cui fila non militano soltanto esponenti toscani ma anche artisti provenienti da svariate città italiane da Venezia a Napoli, danno vita a un movimento che si oppone alle convenzioni accademiche.
Chi sono veramente i Macchiaioli il cui nome è intraducibile in lingua francese? Il nome "macchiaioli", usato per la prima volta in senso dispregiativo in un articolo sulla Gazzetta del Popolo del 1862 in cui i pittori toscani sono accusati di ridurre il quadro a un semplice abbozzo, fu successivamente adottato dal gruppo stesso. Questi artisti, rompendo con il classicismo e il romanticismo imperanti e rinnovando così la cultura pittorica italiana, donano alla stessa un nuovo respiro. Questi artisti sono pertanto considerati come i promotori della pittura moderna italiana.

Il museo d'Orsay, che si prefigge di mostrare la magnificenza della pittura della seconda metà del XIX secolo, aveva il dovere di far conoscere al suo pubblico uno dei movimenti più poetici di questo periodo e che presenta molte affinità con le ricerche plastiche condotte dagli artisti impressionisti.
Questo tipo di pittura esercitò un influsso fondamentale sui registi italiani del calibro di Luchino Visconti e Mauro Bolognini che trovarono in questo genere un'ispirazione iconografica e un linguaggio particolare dell'immagine.

Informazioni


Museo d'Orsay

62, rue de Lille

75343 Paris Cedex 07

Francia
+33 (0)1 40 49 48 14

information.orangerie@musee-orangerie.fr
http://www.musee-orsay.fr/it/

Un particolare de "I fidanzati"

1869

cm. 36 x 80

Olio su tela

Firmato e datato in basso a destra "S. Lega 69"

Informazioni

Museo d'Orsay
62, rue de Lille
75343 Paris Cedex 07
Francia +33 (0)1 40 49 48 14 information.orangerie@musee-orangerie.fr http://www.musee-orsay.fr/it/


Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio