• Home
  • News
  • Museoingiro
  • L'altra metà della vita. Interni nell'arte da Pellizza a De Chirico (1865-1940)

prestiti e comodati

24 novembre 2007 - 13 aprile 2008

L'altra metà della vita. Interni nell'arte da Pellizza a De Chirico (1865-1940)

Il Museo è presente alla mostra allestita al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure con il dipinto "Bottega del Calderaio" realizzato da Carlo Fornara nel 1892.


La bottega del Calderaio



Questo dipinto è uno dei primi capolavori dell'artista ed è la seconda versione autografa dell’opera esposta a Milano in occasione della prima Triennale di Brera del 1891. Definito dallo stesso Fornara "effetto di luce studiato coll'amorosa coscienza di un antico pittore olandese", il dipinto viene esposto nella stessa sala delle "Due Madri" di Giovanni Segantini, a conferma che il movimento divisionista, di cui Fornara e Segantini facevano parte, si andava sviluppando dal realismo ottocentesco in modo analogo all'esperienza di Van Gogh in Olanda. Il clima intimo e autobiografico della scena è indagato con sapienti effetti chiaroscurali. L'uomo seduto di spalle è il padre dell'artista, colto nei gesti quotidiani del lavoro, colti minutamente dalla luce radente.

Il mestiere contadino del calderaio è ormai praticamente scomparso. Dalla sua fucina uscivano pentole, calderoni e altri recipienti per cuocere e bollire. Il metallo che di solito veniva usato era il rame, saldato e battuto sul fuoco fino ad ottenere la forma desiderata.

La mostra 'L'altra metà della vita'



La mostra "L’ altra metà della vita. Interni nell’arte da Pellizza a De Chirico. (1865-1940)", allestita negli spazi dedicati alle mostre temporanee del Museo dei Campionissimi di Novi Ligure, è curata da Nicoletta Colombo e Giuliana Godio.

Gli 87 dipinti firmati dai più attivi artisti italiani della seconda metà dell'800 e il primo trentennio del Novecento condurranno il visitatore in un viaggio intimo e allo stesso tempo 'allargato' e sociale, attraverso stanze, oggetti e interni scelti dal pittore per raccontare qualcosa di sé, della propria vita, del proprio percorso artistico o dell’ambiente in cui viveva.
Un’originale indagine 'dentro' le case o le cose: i mestieri artigianali e i loro ambienti; il contrasto fra povertà e borghesia evidenziato attraverso gli arredi o gli oggetti; i sontuosi saloni delle case da gioco, gli interni di chiese e di cori, tanto consueti alla pittura del secolo XIX, i chiostri orientali, le mura domestiche.

Uno sguardo che ci porta accanto al pittore ad osservare spazi interni e oggetti, muri o ambienti in sottile liason con la realtà politica e, in specifiche congiunture epocali, con attinenze al clima di richieste patriottiche e sociali.


L'autore: Carlo Fornara



Il pittore Divisionista Carlo Fornara (1872-1968), nato e cresciuto nella Val Vigezzo, era uno dei più amati da Guido Rossi: dalla sua collezione provengono ben otto quadri.

Informazioni


T 0143 725 85

Un particolare del dipinto "Bottega del Calderaio" di Carlo Fornara

Informazioni

T 0143 725 85


Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio