eventi

martedý 24 - giovedý 26 ottobre 2017

Archivi Aperti al Museo

Una settimana, con tre appuntamenti al Museo,  alla scoperta del patrimonio fotografico di Milano e della Lombardia, promossa da Associazione Rete per la Valorizzazione della Fotografia, per far conoscere i luoghi della fotografia, della storia e della cultura solitamente non accessibili.

Il Museo partecipa con tre appuntamenti:

 

La nostra storia per immagini

Martedì 24 ottobre h 18.00

- La fotografia come leva di comunicazione d’impresa
(Daniela Aleggiani, Segretario Generale Fondazione 3M)


- Ferrania: immagini e parole, fra archivi e fabbrica
(Gabriele Mina, curatore del Museo della Fotografia di Cairo Montenotte)


- Panorama culturale nell’archivio Fondazione: pellicole, rivista, concorsi
(Roberto Mutti, critico fotografico)


- Da Paese agricolo a Paese industriale: l’industrializzazione italiana
(Francesca Olivini, Curatore Materiali, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci)


Un appuntamento dedicato al mondo Ferrania per riscoprire uno dei simboli della storia della fotografia e del cinema in Italia e nel mondo. L’incontro ripercorre la storia dell’azienda dalla sua nascita all’inizio del ’900 e lo sviluppo dei film fotografici fino al boom della sua popolarità grazie alle pellicole utilizzate da mostri sacri come De Sica e Fellini che ne consacrano il successo
a livello internazionale.

In campo fotografico da un lato la produzione di pellicole e macchine fotografiche dall’altro l’attenzione alla storia e allo studio di questo mezzo di comunicazione attraverso la rivista “Ferrania” che diviene testata di riferimento per il settore.

Tracciare la storia di Ferrania significa anche raccontare un contesto industriale e culturale del secondo dopoguerra in cui, come altre realtà di eccellenza, si afferma un modello di sviluppo aziendale unico che coniuga la crescita economica e produttiva all’attenzione al contesto sociale.
Con l’occasione sarà possibile visitare la mostra dall’Archivio fotografico Fondazione 3M “Diventeranno Famosi” autori vari pubblicati dalla rivista “Ferrania” che, per la qualità delle loro opere, si sarebbero poi affermati in campo nazionale e talvolta internazionale.

 

Martedì 24 ottobre h 18.00 

Sala del Cenacolo
Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci

Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

La collezione di macchine fotografiche

Mercoledì 25 ottobre h 16.00 | Giovedì 26 ottobre h 18.00

Scopri alcuni dei pezzi più importanti della collezione di fotocinematografia del Museo dalle ingombranti macchine fotografiche da studio ai primi apparecchi portatili a cassetta, dall’introduzione del rullino alle prime macchine a sviluppo istantaneo. Oggetti professionali o per uso amatoriale, di produzione artigianale o industriale, per raccontare alcune delle tappe principali della storia del fotografia.

La raccolta di fotocinematografia nasce alcuni anni dopo l’apertura del Museo (1953) ed è tra le più numerose tra le sue collezioni. Le prime acquisizioni sono del 1954 ma è tra il 1961 e il 1962 che riceve un primo grosso impulso con l'arrivo di circa 200 beni provenienti principalmente dallo studio Ganzini e dall'agenzia Publifoto. Insieme a donazioni di privati e di società come Cinemeccanica costituirono il materiale con cui la sezione di Fotocinematografia fu inaugurata nel 1962 ed aperta al pubblico fino al 2006. La raccolta è in costante aggiornamento e conta oggi oltre 450 beni, dalla seconda metà del XIX sec. ai giorni nostri, con una parte significativa databile dal 1890 fino agli anni '60 del XX sec.

 

Mercoledì 25 ottobre h 16.00 | Giovedì 26 ottobre h 18.00

Biblioteca Mursia
Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci
Via Olona 6, Milano

Durata della visita (5-15 pax): 1 ora
Ingresso libero fino a esaurimento posti
Prenotazioni e informazioni: cella@museoscienza.it | tel. 02.48.555.309

 

L’avventura delle navi di Nemi

Mercoledì 25 ottobre h 18.00 | Giovedì 26 ottobre h 16.00

L’Archivio fotografico del Museo comprende 50.000 oggetti semplici e complessi (album, fototipi, lastre, fotocolor, positivi) che coprono un arco cronologico lungo più di un secolo. Quale valore assume la fotografia all’interno di un Museo e quali sono le interazioni fra oggetti e immagini prodotte?

Scopri il Racconto del lago di Nemi. Dal 1928 al 1932 è teatro di una straordinaria impresa archeologica: il recupero di due grandi navi romane attraverso la riattivazione di un antico emissario e l’abbassamento delle acque del lago. Nei lavori viene coinvolta anche la società Costruzioni Meccaniche Riva di cui è amministratore delegato Guido Ucelli, poi fondatore del Museo, che offre mezzi e opera per il recupero.

Un’impresa fondamentale per la conoscenza archeologica delle tecniche navali romane e insieme una grande operazione di propaganda, voluta da Mussolini, attorno a cui si andava costituendo l’immagine del regime.

La campagna fotografica che accompagna i lavori rappresenta oggi una delle poche documentazioni storiche rimaste di quell’impresa. Attraverso gli album e le immagini originali conosciamo i protagonisti e seguiamo l’impegno tecnologico dispiegato nei cantieri, assistiamo alle esplorazioni subacquee, alla sistemazione dell’emissario, al ritrovamento dei primi reperti, all’emersione dei relitti, al dispiegarsi della propaganda fino al tragico epilogo, in un racconto dal sapore epico.

 

Mercoledì 25 ottobre h 18.00 | Giovedì 26 ottobre h 16.00

Biblioteca Mursia
Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci
Via Olona 6, Milano

Durata della visita (5-15 pax): 1 ora
Ingresso libero fino a esaurimento posti
Prenotazioni e informazioni: redemagni@museoscienza.it | tel. 02.48.555.352

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva



Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio