museo

da domenica 24 a domenica 31 marzo 2019

RESIZED VOLCANO

La notte seguente mi trovai in un incubo nell'interno di un vulcano
e dalle profondità della Terra mi sentivo lanciato negli spazi interplanetari
sotto forma di roccia eruttiva.

Jules Verne, Viaggio al centro della Terra


L’installazione itinerante artistico-esperienziale RESIZED VOLCANO, patrocinata dall’European Cultural Center ECC, dall’Associazione Nuova Generazione Italo-Cinese ANGI, dall’Ideal Spaces Group e dal Laboratorio Internazionale di Ricerca sul Paesaggio CIRIAF-SSTAM presso l’Università degli Studi di Perugia, verrà inaugurato il 24 marzo in concomitanza del Kids Sound Fest al Museo.


È un simbolo, un artificio finalizzato all’ascolto delle proprie emozioni, in cui si intraprende un percorso con se stessi, all’interno del “vulcano” emotivo che c’è in ognuno di noi.
Il visitatore prende parte al momento preciso dell’eruzione vulcanica, raffigurata come un’istantanea immaginifica e immersiva.
Oltre all’aspetto visivo emozionale, elemento fondamentale che arrichisce e rende unica l’esperienza percettiva è il suono.


L’opera immersiva è la stilizzazione geometrica di un vulcano: una tensostruttura monolitica a tronco di piramide a otto spicchi di colore nero che si erge in 5 metri di altezza all’interno dello Spazio Olona del Museo.
L’installazione risulta compressa, grazie anche alle tensioni generate dallo spazio architettonico.
Tramite uno squarcio nella parete si accede a un ambiente onirico, una camera magmatica immaginaria, in cui si viene avvolti dal calore, da effetti di luce e dal suono del vulcano.
Al centro un prisma specchiante (raffigurante la versione in scala 1:10 dell’installazione) amplifica gli effetti scenici-esperienziali.


Come suggerisce il critico d’arte francese René Huyghe nel dialogo con Daisaku Ikeda (Buddismo e Società n. 190, Bimestrale dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai, Roma, Settembre-Ottobre 2018, p. 17): «Grazie all’atto creativo l’arte introduce nella realtà un contributo nuovo, vergine, un tipo di ricchezza supplementare per la quale nulla sembra abbia preparato la strada. [...] In definitiva, l’arte esiste solo quando introduce nella realtà la ricerca, e il raggiungimento, di una qualità che è totalmente non-misurabile ma inevitabilmente vissuta nella reazione attiva provocata nello spettatore dal creatore».


RESIZED VOLCANO ha la funzione di catalizzatore: stimola a vivere gli spazi in cui viene installato in maniera inedita, il grande impatto emotivo sulla memoria collettiva trasmette, oltre al significato vero e proprio dell’opera, anche un senso di unicità del momento che si sta vivendo.


Il contemporaneo predilige l’attimo del gesto artistico che sarà ricordato, ma non rivissuto nel quotidiano. Le installazioni temporanee in centri urbani, spazi aperti, musei, case o altro diventano l’occasione di nuovi utilizzi momentanei diversi degli ambienti, vivendo gli stessi in maniera del tutto nuova e con nuove prospettive di uso futuro. Si creano interventi non invasivi, rispetto al contesto ambientale, in cui la dissolvenza dell’opera, data dalla sua temporaneità, non lascia traccia nel paesaggio. L’inedito prevale e nasce il Quinto Paesaggio.


Benvenuti nel Quinto Paesaggio!

 




Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio