• Home
  • News
  • IL MODELLO DELL’ALIANTE DI LEONARDO E I LUOGHI LEONARDESCHI IN LOMBARDIA

eventi

dal 12 maggio 2019

IL MODELLO DELL’ALIANTE DI LEONARDO E I LUOGHI LEONARDESCHI IN LOMBARDIA

In occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, nel corso del 2019 Regione Lombardia organizza e promuove una serie di eventi e iniziative dal titolo “Leonardo in Lombardia”, con l’obiettivo di raccontare e valorizzare la figura e le opere del genio nel territorio regionale.

Prima tappa del viaggio alla scoperta degli itinerari di “Leonardo in Lombardia” sarà il Belvedere al 39° piano di Palazzo Lombardia che ogni domenica per tutto il 2019 - esporrà la riproduzione del celebre Aliante di Leonardo da Vinci, realizzata in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano e  una serie di pannelli espositivi e vetrofanie che aiuteranno i visitatori ad orientarsi e ad identificare i principali luoghi di Leonardo in Lombardia.

Protagonista è una scenografica installazione realizzata a partire dall’esemplare di aliante della collezione storica del Museo che accompagna idealmente i visitatori in volo sul territorio lombardo, alla scoperta dei luoghi leonardeschi.

Il modello si ispira a due grandi temi che percorrono il lavoro di Leonardo: da un lato l’interesse per il volo, e dall’altro l’attenzione per il territorio che lo circonda.

L’antico desiderio di far volare l’uomo è declinato da Leonardo in una accurata osservazione della natura, tradotta in forme meccaniche. I suoi studi si concentrano in due periodi: al primo soggiorno milanese (1482-1499) risalgono le riflessioni sul volo meccanico, denominato “strumentale”, mentre al decennio successivo appartengono le indagini, sempre più organiche e complesse sul volo librato degli uccelli, “senza battito d’alie”.

Leonardo si interessa infatti a congegni concepiti per imitare il volo planato dei grandi uccelli, interagendo con le correnti d’aria.

Il disegno dell’aliante (foglio 846v del Codice Atlantico appartenente alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana) è uno dei progetti più completi in questo campo: due ali, le cui estremità possono essere flesse dal pilota per controllare la planata, sono fissate ad una gondola centrale.

Leonardo da Vinci trascorre a Milano una parte importante della sua vita. Dal 1482 al 1499 soggiorna e lavora nella Milano Sforzesca, ritornandovi poi dal 1508 al 1513, quando il Ducato è ormai parte del regno di Francia. In questo lungo periodo ha modo di osservare gran parte della Lombardia in tutti i suoi aspetti, alternando alla residenza milanese molteplici viaggi a Vigevano, Pavia, lungo il fiume Adda e nelle regioni montuose, registrando le sue osservazioni sia attraverso il disegno che con la memoria scritta.

Questi i luoghi leonardeschi a Milano e in Lombardia, rappresentati nell’esposizione:

MILANO Basilica di Santa Maria delle Grazie, Cenacolo Vinciano, Castello Sforzesco, Duomo, Basilica di San Sepolcro, Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Santa Maria alla Fontana, Museo Nazionale Scienza e Tecnologia, Pinacoteca di Brera, Naviglio Grande, Naviglio Martesana, Conca di Viarenna, Abbazia di Chiaravalle

VIGEVANO La città ducale

VALTELLINA E VALCHIAVENNA I bagni di Bormio

VALSASSINA La Grigna

LAGO DI COMO Il Fiumelatte

BRIANZA I laghi prealpini

VALLE DELL’ADDA Tra Vaprio e Trezzo, Traghetto a fune

TICINO Volo degli uccelli

PAVIA Santa Maria in Pertica, Il Castello e le mura

VALTROMPIA Fiumi e miniere

VARESE Santuario di Santa Maria del Monte

MANTOVA Alla corte dei Gonzaga

 




INFORMAZIONI

Per garantire la massima visibilità all’installazione è prevista l’apertura domenicale del 39° piano tutte le domeniche fino al 22 dicembre  - dalle ore 10.00 alle 18.00 - ingresso libero e gratuito

Unica sospensione: dal 20 luglio all'8 settembre 2019.

www.regione.lombardia.it

#leonardoinlombardia

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio