Leonardesca 2 | Scritti di e su Leonardo

eventi

Giovedì 9 giugno ore 17.30

Leonardesca 2 | Scritti di e su Leonardo

Incipit Manoscritto Leonardesca è © Archivio Storico Civico Biblioteca Trivulziana, Milano

Dettaglio dell'Incipit Manoscritto Leonardesca. © Archivio Storico Civico Biblioteca Trivulziana, Milano

Dopo l'ottimo esito per intensità e partecipazione di pubblico, soprattutto giovanile, delle manifestazioni finora realizzate – dalla lettura de Un «concerto» di 120 professori al Castello Sforzesco, alla conferenza Leonardesca 1 al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, alla lettura del tratto V e dei tratti II e III de La cognizione del dolore a Casa Manzoni e alla Sala della Balla del Castello Sforzesco -, alla lettura de Il San Giorgio in casa Brocchi alla Triennale di Milano - il progetto "A Milano con Carlo Emilio Gadda" ritorna al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, con l'incontro "Leonardesca 2". Anche in questo secondo appuntamento viene riproposta la recensione che Gadda scrisse sulla Mostra Leonardesca tenutasi nel 1939 a Milano, prologo alla nascita dell'odierno Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.

Intervengono


Claudio Giorgione
Curatore del Dipartimento Leonardo, Arte & Scienza del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci


Federico Bucci
Professore Associato di Storia dell'Archiettura, Politecnico di Milano


Andrea Silvestri
Professore Ordinario di Sistemi Elettrici per l'Energia, Politecnico di Milano


con la partecipazione degli studenti del Politecnico di Milano

Il programma

Il programma complessivo di "A Milano con Carlo Emilio Gadda" si articola quest'anno in dieci appuntamenti che comprendono una mostra ad apertura e chiusura della rassegna, letture sceniche, conferenze e laboratori dedicati all'opera di Gadda, presso quattro diverse istituzioni culturali della città, proponendo una sorta di itinerario milanese dello scrittore: la Trivulziana e la Casa del Manzoni, ma anche la Triennale e il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, la cui partecipazione consente di sottolineare quanto le vicende della città, e dei grandi che l'hanno attraversata, siano segnate dal continuo rapporto tra scienza e arte, letteratura e vita civile.

Consulta il programma degli incontri


Foto: taglia quadrangolare capace di sollevare con uno sforzo minimo un carico di venti quintali. © Archivio MNST

La mostra Leonardesca

La Mostra Leonardesca ha segnato un capitolo importante nella divulgazione dell’opera di Leonardo ingegnere e tecnologo e ha costituito un importante prologo alla nascita delle collezioni del Museo della Scienza.

«Il passo di Leonardo s’è smarrito di là dai pioppi, tra i sogni delle lunghe sere: diserta ormai questi muri e il loro intonaco giallo: che attende la peste, la Spagna e la Controriforma: muri dei signori e dei maestri spenti, su cui si dimentica lo staffile tricaudato dell’Ambrogio o “la vipera che i melanesi accampa” araldica d’un tempo consunto. E avanti (...)». C. E. Gadda

La citazione si riferisce alla mostra su Leonardo – definita "abominevole" da Roberto Longhi – che si tenne a Milano, nel '39, al Palazzo dell'Arte.
Gadda recensì l'esposizione, sottolineando l'influenza del pensiero e del genio di Leonardo nella storia e nell'anima di Milano. Artista e scienziato, Leonardo indaga i fenomeni del mondo fisico in un'incessante ricerca tesa a conoscere l'universo e a tradurre la natura nelle forme dell'arte.

«Avvicinare Leonardo! Ci ritroviamo, davanti a lui, come alla sorgente stessa del pensiero. Qui la nativa acuità della mente si dà liberissima dentro la selva di tutte le cose apparite, dentro la spera di tutti i "phaenòmena": a percepire, a interpretare, a computare, a ritrarre: a profittare per li "òmini": del profitto di ragione e di verità». C. E. Gadda

Sebbene autarchica e obsoleta nelle chiavi di lettura, la Mostra Leonardesca ha segnato un capitolo importante nella storia della divulgazione dell'opera di Leonardo ingegnere e tecnologo, e ha costituito un imprescindibile prologo alla nascita delle collezioni del Museo.
Gli studi sul volo e sulle acque, il ruolo del disegno come strumento per indagare e rappresentare la natura, la capacità di rappresentare i movimenti fisici svelando i moti dell'anima, la nuova percezione dello spazio scoperta attraverso la prospettiva aerea saranno materia di interventi e letture.


Foto: pompa ad alta prevalenza disegnata nel Codice Atlantico e interpretata dall'Ing. Arturo Uccelli. © Archivio MNST

Evento

A Milano con Carlo Emilio Gadda
Progetto Biennale 2011 – 2013
A quarant'anni dalla morte dello scrittore

Carlo Emilio Gadda

Scritti di e su Leonardo
Leonardesca 2

Giovedì 9 giugno ore 17.30
Galleria Leonardo e Sala delle Colonne
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento dei posti disponibili

Informazioni e prenotazioni

Politecnico di Milano |
Servizio Cultura T 02/23992597 – serviziocultura@polimi.it
Comitato A Milano con Carlo Emilio Gadda T 3394188367 – amilanocongadda@gmail.com Casa del Manzoni – Centro Nazionale Studi Manzoniani
T 0286460403 – info@casadelmanzoni.it

PROGETTO SOSTENUTO DA


CON IL PATROCINIO
E IL CONTRIBUTO DI


CON IL PATROCINIO DI



Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio