IO, LEONARDO

SPECIALE MILANO MOVIE WEEK
GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE 2019

Assisti in anteprima al Making Of del film “Io, Leonardo” e visita in esclusiva la mostra Leonardo da Vinci Parade.
Con la straordinaria partecipazione di Luca Argentero.

MAKING OF “IO, LEONARDO”

Auditorium
ore 18 | ingresso gratuito fino a esaurimento posti | ultimo ingresso ore 21


In anteprima al Museo il dietro le quinte del film “Io, Leonardo”, nelle sale italiane a partire dal 2 ottobre. Una serata esclusiva con un ospite d’eccezione: Luca Argentero, protagonista del film.

In occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, Sky e Progetto Immagine portano sul grande schermo la sua vita e il suo ingegno, con la regia di Jesus Garces Lambert (già regista di Caravaggio - l'Anima e il Sangue) e la voce narrante di Francesco Pannofino. Un film non convenzionale che racconta l’uomo, il pittore, lo scienziato e l’inventore con uno sguardo lontano dagli stereotipi.

Al Museo la possibilità esclusiva di scoprire i diversi momenti che hanno portato alla realizzazione del film e di conoscerne i protagonisti. Insieme al Making Of di “Io, Leonardo” verranno proiettati alcuni documentari realizzati da Sky Arte sempre dedicati al maestro di Vinci e alle sue opere.

Con la collaborazione di SKY Arte e BetterNow.

LEONARDO DA VINCI PARADE

Edificio Monumentale - piano 1
ore 18 - 22 | ingresso straordinario


Per celebrare i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci, il Museo ritorna alle sue origini esponendo in modo evocativo le due collezioni con cui ha aperto al pubblico il 15 febbraio 1953.
La mostra temporanea Leonardo da Vinci Parade, curata e realizzata dal Museo, mette in scena una ricca selezione degli spettacolari modelli realizzati negli anni ’50 interpretando i disegni di Leonardo e affreschi di pittori lombardi del XVI secolo, concessi in deposito nel 1952 dalla Pinacoteca di Brera, diretta allora da Fernanda Wittgens. Accanto alle macchine sono esposti modelli di architetture militari e civili in gesso e terracotta, restaurati negli ultimi anni e da tempo non visibili.
Su due grandi pareti, gli affreschi strappati di Brera evocano le rastrelliere dei depositi museali, costituendo una suggestiva quadreria dove i dipinti sono presentati per luogo di provenienza, in molti casi chiese ed edifici scomparsi di Milano. Tra gli autori presenti, un ruolo fondamentale è costituito da Bernardino Luini e la sua scuola, che nei primi decenni del XVI secolo è uno dei pittori di maggior successo in Lombardia.
La mostra è un accostamento insolito tra arte e scienza in un percorso inedito che attraversa i diversi campi di interesse e studio di Leonardo, valorizzando la collezione storica del Museo, la più importante al mondo.
Scopri di più sulla mostra >