I percorsi del museo

STRADE politecniche

1

CaVI SOTTOMaRInI pER USO TElEgRaFICO

ENG Torna alla presentazione del percorso

Fine del XiX sec

Negli anni ‘80 del XiX secolo la Pirelli avvia la produzione di cavi in rame per uso sottomarino, fondamentali per la nascita delle telecomunicazioni intercontinentali. Data la rilevanza di questo nuovo settore industriale, la Pirelli commissiona e fa appositamente costruire in inghilterra la “Città di Milano”, una nave posa cavi con cui si rende del tutto autonoma in ogni fase del cablaggio di una rete, dalla produzione alla posa in opera. Grazie alla “Città di Milano” e ad altre navi analoghe varate successivamente, la Pirelli posa migliaia di chilometri di cavo sia in acque italiane sia straniere. Questi cavi, antecedenti alla produzione industriale di Pirelli, rappresentano un esempio di quelli che saranno poi tra i più importanti prodotti dell’Azienda.


Visualizza l'oggetto sulla mappa

2

MESCOlaTORE pER gOMMa

ENG Torna alla presentazione del percorso

1948

il mescolatore è una macchina fondamentale per la lavorazione della gomma. Questo esemplare, che risale al 1948, si fonda sugli stessi criteri delle macchine che verranno successivamente ideate e prodotte: due cilindri ad asse orizzontale ruotano in senso opposto e a velocità leggermente diversa, provvedendo a realizzare la fase di mescolazione. i cilindri sono mossi da un sistema di cinghie e pulegge azionate da un motore che si trova nella parte inferiore della macchina.


Visualizza l'oggetto sulla mappa

3

pnEUMaTICO pIREllI TIpO “n”

ENG Torna alla presentazione del percorso

1915

La nascita e lo sviluppo di pneumatici è una condizione determinante per la diffusione dei trasporti su strada. Questo pneumatico del 1915 rappresenta l’esempio della produzione che più di altre ha reso famosa la Pirelli presso il grande pubblico. La creazione di un pneumatico avviene attraverso la confezione della mescola che unisce la gomma – naturale, sintetica o entrambe – con altri ingredienti come il nerofumo, impiegato come “carica” per dare maggiore resistenza meccanica, e una miscela di olii per aumentare il grado di lavorabilità. Così nasce il tessuto gommato, che costituisce l’elemento resistente del pneumatico.


Visualizza l'oggetto sulla mappa