Scuole Aperte

Nell'ambito del programma nazionale "scuole aperte" promosso dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Museo presenta alle scuole una proposta di collaborazione per la realizzazione di un laboratorio scientifico a scuola.

Il programma nazionale "scuole aperte"

Il 27 novembre 2008 è stata pubblicata la Circolare del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca relativa al programma nazionale "scuole aperte". Tra le risorse che il Ministero intende finanziare, figura il potenziamento delle conoscenze scientifiche attraverso la didattica laboratoriale e la valorizzazione della professionalità dei docenti e delle strutture scolastiche.

Nella stessa Circolare, il Ministero riconosce ai musei scientifici il ruolo di risorse e di supporto per la scuola, anche dal punto di vista della sperimentazione educativa e delle pratiche di diffusione della cultura scientifica. In quest'ottica la circolare incoraggia esplicitamente la presentazione di progetti sviluppati in collaborazione fra scuole e istituzioni scientifiche.

Visto il successo della cooperazione con le scuole nell'ambito dell'edizione dicembre 2007 del programma nazionale "scuole aperte" e la consapevolezza dell'importanza dell'azione, anche quest'anno il Museo si rende disponibile a collaborare con i docenti nello sviluppo di attività coerenti con le indicazioni ministeriali.

L'offerta

Il Museo offre - alle scuole primarie e alle scuole secondarie di primo e secondo grado - un programma di attività che contribuisce all'avvio di un laboratorio scientifico sperimentale permanente a scuola. L'offerta si articola in diversi pacchetti tematici che prevedono la fornitura di:

  • due giornate di formazione per due docenti;
  • proposte e indicazioni per condurre attività sperimentali;
  • kit di strumentazione scientifica e materiali di consumo selezionati e progettati per favorire la didattica di laboratorio e la partecipazione attiva degli studenti;
  • tutoraggio e sostegno a distanza per tutta la durata dell'anno scolastico di attivazione.

Gli obiettivi

In linea con le indicazioni del Ministero e della Circolare, il progetto si pone i seguenti obiettivi:

  • favorire l'ampliamento dell'offerta formativa e la fruizione degli ambienti e delle attrezzature scolastiche;
  • migliorare negli studenti il livello di apprendimento delle discipline curricolari;
  • promuovere la collaborazione con enti locali, associazioni ed altri soggetti pubblici e privati che operano sul territorio;
  • promuovere reti di scuole e reti interistituzionali, ovvero "patti educativi territoriali".

La metodologia

Il Museo ha potuto sviluppare negli anni una metodologia educativa riconoscibile e innovativa a livello nazionale e internazionale. In particolare, le scelte metodologiche che vengono enfatizzate in questo progetto e nella formazione offerta ai docenti riguardano:

  • la didattica sperimentale, il metodo di laboratorio e il metodo scientifico;
  • il ruolo del docente come facilitatore dell'apprendimento;
  • l'apprendimento attivo e collaborativo sia per i docenti che per gli studenti;
  • la comunità di pratica come base per uno scambio continuo di conoscenze ed esperienze;
  • la formazione per l'utilizzo di strumentazione e per lo sviluppo di esperimenti e attività;
  • la sperimentazione assistita attraverso lo scambio e il supporto continuo.

Nella progettazione delle attività di formazione e dei kit il Museo si avvale dell'assistenza del CREI (il suo Centro di Ricerca per l'Educazione Informale) , la cui azione mira ad indagare le connessioni fra ricerca e pratica educativa e fra educazione formale e informale.

I tempi

I progetti elaborati dalle scuole devono pervenire entro il 21 gennaio 2009 agli UU.SS.RR. o agli UU.SS.PP. di competenza. La selezione dei progetti da parte delle USR si concluderà entro il 28 febbraio 2009. I tempi di realizzazione delle attività saranno definiti dal Ministero e concordati con lo staff del Museo.

Il Museo rimane a disposizione per una consulenza sulla stesura del progetto:
su appuntamento nelle giornate di mercoledì 14 e di sabato 17 gennaio 2009.

Per appuntamenti e informazioni contattare:
Camilla Rossi-Linnemann
T 02 48555 326
progettiscuola@museoscienza.it

Si prega chi fosse interessato alla proposta di contattarci per maggiori informazioni sui contenuti, sui costi e sui tempi di erogazione.

I pacchetti tematici

Leggi nel dettaglio

Informazioni

Camilla Rossi-Linnemann
T 02 48 555 326
Fax 02 48 010 055
progettiscuola@museoscienza.it

Documenti

Proposta di collaborazione (pdf, 220 K)

ORGANIZZAZIONE E PRENOTAZIONI

email prenotazioni@museoscienza.it
T 02 48555 558
F 02 48010 055
orari 09.00 - 14.00
da lunedì a venerdì

In primo piano

I.LAB MATEMATICA
DAL 10 OTTOBRE 2017

Un nuovo laboratorio per fare matematica in modo sperimentale. Tanti percorsi inediti per scoprire come numeri, forme geometriche, grandezze e modelli astratti possano aiutarci a interpretare quello che accade intorno a noi.


Venite in treno

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio