Salva lo snack – concorso nazionale

Concorso per insegnanti e studenti della scuola primaria e secondaria di I e II grado
Come sappiamo la scienza è ovunque. Si nasconde anche in una patatina o in un cracker.

Con questo concorso vi proponiamo di lavorare secondo un modello di didattica a progetto, basandovi su un processo aperto di indagine.


Come partecipare
Esplorate le proprietà dei materiali costruendo un pacchetto più piccolo e leggero possibile per proteggere una patatina che invierete al Museo via posta entro il 30 aprile 2013.
Il concorso è liberamente ispirato all’attività “SOS: save our snacks!” del Science Museum di Londra.
Vi chiediamo inoltre di documentare il vostro lavoro con testi e/o foto, raccontateci le vostre modalità di lavoro.
Leggete sotto per consigli su come svolgere l’attività.

Premi
La classe vincitrice verrà premiata con la possibilità di:

• visitare gratuitamente il Museo
• incontrare il curatore e partecipare ad una visita guidata della mostra temporanea sul packaging
• partecipare ad un’attività di laboratorio a scelta (che dovrà essere concordata preventivamente con l’ufficio servizi educativi del Museo e potrà svolgersi nell’anno scolastico in corso o nel prossimo a seconda della disponibilità di posto nel laboratorio prescelto).


Cosa inviare e quando
Le patatine imballate vanno inviate entro il 30 aprile 2013 (fa fede il timbro postale e l’invio della documentazione via mail) al seguente indirizzo: All’attenzione di Camilla Rossi-Linnemann - Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci - Via San Vittore 21 – 20123 Milano
Ricordatevi di indicare nel mittente la classe e il nome della scuola.
La documentazione dell’attività va inviata contestualmente - entro il 30 aprile 2013 – a crei@museoscienza.it e potrà essere pubblicata su questo sito a discrezione della commissione del Museo.
La documentazione deve includere: un titolo a scelta, nome della scuola (comprensivo di comune e provincia) e indicazione della classe.
Può essere inviata nei seguenti formati: word, pdf, pwp (se i file sono molto pesanti si consiglia di inviarli tramite programmi on-line scaricabili gratuitamente, ad es. Sendspace, Yousendit, ecc.)


Criteri di selezione

• La patatina deve arrivare integra
• Il lavoro svolto deve avere le caratteristiche di un’indagine scientifica (vedi indicazioni metodologiche sotto)
• Il pacchetto deve essere il più piccolo e leggero possibile (anche per abbassare i costi di spedizione)


Consigli su come svolgere l’attività
Materiali:
• 1 patatina per gruppo
• 1 etichetta per scrivere il vostro indirizzo di scuola come mittente e l’indirizzo del Museo.
• Francobollo adeguato al peso del pacchetto che invierete.
• Righello e bilancia (per decidere quale pacchetto pesa meno ed è più piccolo)
• Macchina fotografica (se scegliete di fare delle foto di documentazione)

Per l’imballaggio:
• Carta di vari tipi, anche in pezzetti e striscioline
• Carta da pacchi
• Giornale
• Cartoncino
• Bolle aria
• Cotone
• Lana
• Nastro adesivo
• Polistirolo (in varie forme)
• Altri materiali di imballaggio usati (paglietta, stoffa, ecc)
• Forbici
• Scotch normale e di carta

Spunti di discussione in classe:
• Cosa rende un pacchetto resistente?
• Quali sono le forme più resistenti e come si possono usare in questo contesto?
• Quanto è importante il costo dei materiali nel packaging?
• Quali imballaggi conosciamo? Perché sono fatti come sono fatti?
• Il design e l’estetica sono importanti?


Info
Camilla Rossi-Linnemann: tel. 02.48555326, email: linnemann@museoscienza.it

Il concorso si svolge nell’ambito del progetto Pathway
http://www.museoscienza.org/scuole/progetti/pathway.asp
http://www.pathway-project.eu/



< torna

ORGANIZZAZIONE E PRENOTAZIONI

email prenotazioni@museoscienza.it
T 02 48555 558
F 02 48010 055
orari 09.00 - 14.00
da lunedì a venerdì

In primo piano


MOSTRA STRANDBEEST DI THEO JANSEN

FEBBRAIO-MAGGIO
Una grande mostra dedicata all’artista olandese definito dalla critica un moderno Leonardo da Vinci e conosciuto in tutto il mondo per le sue enormi sculture cinetiche chiamate strandbeests, “animali da spiaggia”.
In esposizione creature ispirate alla natura che si muovono in modo realistico sfruttando la spinta del vento.
Partecipa con la tua classe alle visite guidate e alle attività interattive. Sperimenta con i bambini in modo nuovo usando l’immaginazione e la creatività, giocando con l’arte, esplorando meccanismi e mondo animale.
Scopri le attività >


Venite in treno

ARCHIVIO

Vai all'archivio dei Progetti con le scuole

Facebook

Seguici su Facebook

Youtube

Seguici su Youtube

Gallery fotografiche

Gallery fotografiche

Twitter

Seguici su Twitter

TripAdvisorCommenta su TripAdvisor Audio

Sezione Audio