S-506 enrico totivai alla home pagevai a tecnologia e storiavai a trasporto eccezionaletorna alla copertina salire a bordovai a racconti per immaginivai alla homepage museovai alla sezione trasporti navali
vai a partner e sponsor vai a identità vai a area stampa vai a link vai a download vai a contatti vai a mappa vai a shopping
SEI QUI : home > salire a bordo > la prima visita guidata
 
salire a bordo < indietro
La prima visita guidata

Accogliamo i 12 sommergibilisti protagonisti della prima visita guidata del dopo varo all'uscita di prua del Toti.

Milena di Varese, che indossa ancora il caschetto protettivo, ci racconta le sue prime impressioni con gli occhi lucidi dall'emozione:
"Sono rimasta colpita soprattutto dagli spazi ridotti all'interno del sottomarino, è incredibile come potessero viverci 22 uomini, io non ci sarei mai salita. La visita comunque è stata molto interessante, sono molto soddisfatta."

Luca, che ha portato i suoi quattro figli Simone, Paolo, Andrea e Riccardo, esorta il suo giovane ed entusiasta equipaggio a raccontare le proprie impressioni a caldo.

Ma chi si fa avanti con inaspettato vigore è Luciano, classe 1917, un "nonno" che ha prestato servizio per la Regia Marina come motorista a bordo di un sommergibile "molto più grosso dell'Enrico Toti" come non tarda a precisare.

Luciano ci racconta, tracciando sul terreno con il suo bastone da passeggio come fosse una matita città, porti e schieramenti navali, di avere partecipato alla battaglia di mezzo agosto del 1942.
"Un convoglio Inglese, di stanza a Gibilterra, la cui missione era rifornire Malta, incontra il "branco" di sommergibili italiani dislocati nei punti di passaggio sulla rotta per l'isola. Noi riuscimmo a non farci avvistare nascondendo la vela del sommergibile con della vegetazione. In quell'occasione fummo fortunati."

Luciano conclude il suo racconto di motorista (si chiama così la persona a bordo di un sommergibile incaricata della manutenzione dei motori) facendoci sapere di aver continuato, una volta congedato dalla Marina, a coltivare la sua passione e competenza con i motori "lavorando per le officine meccaniche, passando da una all'altra perché in quegli anni del dopoguerra era consuetudine che fallissero e chiudessero".

Salutiamo e ringraziamo Luciano e gli altri membri dell'equipaggio mentre si avviano all'uscita dell'area espositiva riservata per i visitatori del Toti, lasciandosi alle spalle sonar, periscopi e modellini di sommergibili.

L'equipaggio dei primi due turni di visita al S-506 era composto da:

Luca Sorce
Simone Sorce
Paolo Sorce
Andrea Sorce
Riccardo Sorce
Giuseppe Rasori
Francesco Maria Rasori
Elisabetta Bellissimo
Luciano Zambelli
Milena Aimetti
Sandro Gambitta
Andrea Ceriotti
la cerimonia
ingrandisci la foto

gli ospiti
ingrandisci la foto

il taglio del nastro
ingrandisci la foto

gli ospiti all'interno del sottomarino
ingrandisci la foto

la visita
il taglio del nastro e il varo
le iniziative
la prima visita guidata



home museo | collezione trasporti navali
Copyright © 2005 - 2010 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" - Tutti i diritti riservati