I.LAB LEONARDO

L’i.lab Leonardo è il laboratorio interattivo per approfondire e sperimentare in prima persona il metodo di lavoro di Leonardo da Vinci. Qui arte e scienza sono intimamente connesse. Interamente rinnovato nel 2018, è uno spazio in cui fare, a metà tra l’Atelier di un artista e l’Officina di un artigiano.

ATTIVITA' E STRUMENTI

Per il nuovo laboratorio sono stati ideati strumenti e attività ad hoc a cura dello staff del Museo. L’offerta continuerà ad essere ampliata nel tempo.
Di seguito alcuni esempi di temi e percorsi.

Macchine di Leonardo

Macchine di leonardo

Si indaga il funzionamento delle macchine per il volo e da cantiere per conoscere la figura di Leonardo attraverso i suoi studi. Si smontano e si ricombinano i componenti per comprendere meglio le leggi meccaniche che li governano e per creare nuovi meccanismi.

Ingranaggi e macchine

Ingranaggi e macchine

Manovelle, pignoni, ruote dentate, cinghie: come funzionano gli ingranaggi? Come possono essere combinati per costruire una macchina in movimento? Esperimenti per capire come funzionano e quali movimenti producono applicando un po’ di fisica e meccanica.

Costruire un arco

Costruire un arco

Esperimenti di costruzione di un arco per capire come funziona, comprendere meglio le leggi della geometria e della statica e ragionare sulle competenze degli architetti del Rinascimento che progettavano grandi edifici e strutture portanti.

Affreschiamo

Affreschiamo

Utilizzando malta e cazzuola, colori e pennelli si realizza un affresco seguendo tutte le fasi di lavoro messe a punto dagli artisti nel Rinascimento per comprendere com’era organizzato il lavoro di un artista ai tempi di Leonardo.

Apprendisti in bottega

Apprendisti in bottega

Si sperimenta come si realizza una tempera su muro avvicinandoci alla tecnica di Leonardo.

Leonardo e la scrittura

Leonardo e la scrittura

Perché Leonardo scriveva al contrario? Con penna d’oca e inchiostro si prova a scrivere come cinquecento anni fa.

Disegnare in prospettiva

Disegnare in prospettiva

Si utilizza un prospettografo per disegnare in prospettiva e rappresentare il mondo ragionando sulle leggi dell’ottica e della geometria.

PER TUTTI

Il nuovo i.lab Leonardo costituisce un’importante risorsa educativa. Realizza programmi specifici per diversi pubblici.

Attività per famiglie e visitatori adulti

  • sperimentazione ed esplorazione incentrate sull’apprendimento cooperativo di adulti e bambini ogni fine settimana e durante le feste;
  • weekend speciali a tema in alcuni weekend dell’anno;
  • incontri di approfondimento con ricercatori, artisti, designer, artigiani;
  • attività di team building per aziende.

Per scoprire il programma consulta la sezione Attività >

Attività per le scuole

  • percorsi sperimentali per gli studenti dai 7 ai 18 anni per arricchire e ampliare il curriculum scolastico;
  • corsi di formazione e sviluppo professionale per gli insegnanti;
  • programmi educativi strutturati che coinvolgono gli insegnanti e le loro classi per tutto l’anno scolastico.
Per consultare i programmi per la scuola
- primaria e secondaria di I grado visita >
- secondaria di II grado visita >

SPAZIO E CONCEPT

L’i.lab Leonardo è stato uno dei primi laboratori interattivi aperti al Museo. La sua storia inizia nel 1995, quando il Museo sceglie di affiancare ai modelli storici costruiti nei primi anni ‘50, i primi modelli interattivi posizionati al centro della Galleria espositiva. Nel 1998 apre il laboratorio in cui approfondire lo studio della figura di Leonardo utilizzando alcune delle sue macchine appositamente ricostruite. Nel 2006 vengono presentate nuove attività dedicate all’esplorazione delle tecniche artistiche del Rinascimento.

Il laboratorio è un nuovo e importante strumento per il Museo nell’ambito dell’educazione alle STEM che permette di approfondire l’opera di Leonardo sperimentando in prima persona il suo metodo di lavoro per stimolare nuovi modi di pensare e fare. Dallo studio della natura alla progettazione delle grandi macchine da lavoro, dal disegno tecnico allo studio anatomico del corpo umano Leonardo lavora tra Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica: nel laboratorio tutte le attività mirano a far lavorare i visitatori in prima persona per sperimentare il suo essere straordinariamente inventivo attraverso un processo analogico per sviluppare il pensiero.

L’i.lab è diviso in due spazi caratteristici:

  • L’Officina dove provare, smontare e costruire le riproduzioni delle macchine di Leonardo e mettere in funzione una catena di ingranaggi. Ai percorsi sulle macchine e sulle prove di statica, si aggiungono attività sulla meccanica, gli ingranaggi e le trasformazioni dei moti.
  • L’Atelier dove sperimentare percorsi artistici e rivivere il lavoro dell’apprendistato, come ad esempio provare in prima persona a realizzare un affresco, preparando i colori e lavorando direttamente a muro su ponteggio. Si possono scoprire le tecniche del disegno e gli strumenti per realizzare le prospettive, ma anche usare il carboncino e la penna 3D.

Il laboratorio occupa un’area di 110 mq al livello 2 dell’Edificio Monumentale del Museo. Lo spazio è direttamente accessibile dalla Galleria Leonardo e quindi visibile dall’esterno in modo da creare un dialogo concreto tra l’esposizione e le attività educative.

partner