LE STORIE I DOCUMENTI GLI ARCHIVI
< RITORNA

I DOCUMENTI

L’Osservatorio Astronomico di Merate

SFOGLIA

Il fascicoletto contiene un breve testo che racconta l'origine dell'Osservatorio Astronomico di Merate costituito come sede distaccata, operativa, di quello di Brera a Milano. Come per molti osservatori storici sorti nel centro delle grandi città anche per quello di Milano si presenta all'inizio del XX secolo il problema di non disporre più, a causa dell'inquinamento atmosferico, di notti sufficientemente buie e limpide per poter svolgere al meglio le proprie ricerche. Gli astronomi milanesi individuano così le colline brianzole come luogo ideale in cui trasferire i propri strumenti e la villa di San Rocco a Merate (Lecco), ex convento dei Cappuccini e poi sanatorio, come struttura più idonea. Il libriccino è senz'altro ricco di informazioni ma la parte che più incuriosisce è la raccolta di foto d'epoca; in esse si riesce quasi a percepire lo spirito quasi pioneristico che caratterizzava l'astronomia di quegli anni dove gli strumenti erano ben diversi da quelli di oggi e permettevano ancora agli astronomi di eseguire le osservazioni direttamente con i propri occhi.

COLLOCAZIONE

Archivio storico Museo della Scienza e della Tecnologia / Fondo CNR

TEMA

Astronomia e Astrofisica, Strumentazioni scientifiche

AUTORE

Francesco Zagar

LUOGO

Merate

DATA

1954

La storia nel documento

copyright © 2013 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" tutti i diritti riservati

Avvertenze legali e privacy
Crediti