LE STORIE I DOCUMENTI GLI ARCHIVI
< RITORNA

I DOCUMENTI

Il cinquantenario della Specola Vaticana

SFOGLIA

Anche la Città del Vaticano possiede un'importante struttura dedicata allo studio dell'universo, si tratta della Specola Vaticana. Istituita da Papa Leone XIII nel 1891 la Specola Vaticana istituzionalizza una lunga tradizione di studio dei fenomeni celesti che risale almeno al 1578. In quell'anno, infatti, Papa Gregorio XIII fece istituire la Torre Gregoriana, uno dei più antichi istituti di ricerca astronomica del mondo, luogo nel quale venne stabilita la famosa riforma del calendario del 1582. L'articolo, scritto in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione della Specola, ripercorre i momenti salienti nella storia di quell'Istituto ricordando alcuni nomi importanti e molti dei lavori svolti fra le sue mura. Come per tutti gli osservatori mondiali, anche per la Specola Vaticana si è in tempi moderni presentato il problema di individuare un luogo osservativo più idoneo, lontano dall'inquinamento atmosferico e luminoso delle grandi città. La scelta è caduta su Castelgandolfo, luogo di residenza estiva del Papa, dove, sul tetto del Palazzo Apostolico, sorge dal 1935 la nuova cupola per le osservazioni la cui gestione è stata affidata da Papa Pio XI ai gesuiti.

COLLOCAZIONE

Archivio storico Museo della Scienza e della Tecnologia / Fondo CNR

TEMA

Astronomia e Astrofisica, Strumentazioni scientifiche

AUTORE

Giovanni Stein

LUOGO

Castelgandolfo

DATA

14 marzo 1941

La storia nel documento

copyright © 2013 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" tutti i diritti riservati

Avvertenze legali e privacy
Crediti