LE STORIE I DOCUMENTI GLI ARCHIVI
< RITORNA

I DOCUMENTI

Il monastero di San Vittore in Milano sede del Museo Nazionale della Scienza e della tecnica

SFOGLIA

Il Museo della Scienza e della Tecnica occupa i locali di un antico monastero Olivetano, ampliamento di un precedente chiostro benedettino, sorto nel cuore della Milano romana. All’interno dei chiostri è possibile vedere ancora i resti dell’imponente cinta fortificata (mt. 90 x 125) che proteggeva al suo interno un mausoleo imperiale romano. Dopo un lungo periodo di ascesa e di prosperità, protrattosi dal Medioevo fino alla metà del Quattrocento, l’importanza del monastero declina, tanto che nel 1500 vengono avviate trattative con l’ordine degli Olivetani per dare nuova vita all’abbazia. L’arrivo dei monaci Olivetani coincide con il periodo di massimo splendore. Si avviano imponenti lavori di ampliamento: tra il 1508 e il 1525 vengono realizzati il primo grande chiostro ed il relativo dormitorio; nel 1560 inizia la costruzione della nuova chiesa, il cui orientamento viene capovolto rispetto alla chiesa benedettina: sulla piazza prospetta ora la facciata invece della precedente abside. Tra il 1553 e il 1578 viene edificato il secondo chiostro. A questa data il complesso comprende: le celle dei monaci, la foresteria, la biblioteca, l’appartamento abbaziale, la Sala del Capitolo, l’Ospizio dei Novizi, orti, giardini e una vigna. L’8 giugno 1805 un decreto napoleonico sopprime il monastero e lo converte, prima in ospedale militare, poi in caserma: al posto dei giardini sorgono le scuderie e il maneggio. Pesantemente bombardato nell’agosto 1943, il 26 aprile 1947 l’intero complesso viene assegnato a sede del nuovo Museo: ristrutturato su progetto dell’architetto Piero Portaluppi, apre al pubblico il 15 febbraio 1953.

COLLOCAZIONE

Archivio storico Museo della Scienza e della Tecnologia / Fondo CNR

TEMA

Beni Culturali, Istituzioni

AUTORE

Guido Ucelli

LUOGO

Milano

DATA

1948

La storia nel documento

copyright © 2013 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" tutti i diritti riservati

Avvertenze legali e privacy
Crediti