LE STORIE I DOCUMENTI GLI ARCHIVI
< RITORNA

I DOCUMENTI

"Una nuova invenzione italiana. Il cleptoscopio pei battelli sottomarini"

SFOGLIA

Mentre i periscopi costruiti fino ad allora avevano il difetto di abbracciare un piccolissimo campo (tre o quattro gradi al massimo), i due apparecchi italiani, il cleptoscopio e il telops sono periscopi panoramici cioè a grandissimo campo e senza deformazioni. Addirittura il cleptoscopio arriva a dare dei panorami di 60 gradi di campo e presenta anche un vantaggio dal punto di vista militare essendo quasi del tutto invisibile: anche per lunghezze rilevanti (6 metri e più tra le estremità dell'apparecchio) sporge dall'acqua solamente un piccolo tubo di una dozzina di centimetri di diametro. L'articolo rende noto che di un cleptoscopio verrà subito fornito il sottomarino Delfino.

COLLOCAZIONE

Archivio storico Museo della Scienza e della Tecnologia / Fondo CNR

TEMA

Strumentazione tecnico scientifica

LUOGO

s.l.

DATA

25 agosto 1901

La storia nel documento

copyright © 2013 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" tutti i diritti riservati

Avvertenze legali e privacy
Crediti